Adelaide di Rheinfelden

regina

Adelaide di Rheinfelden, o Adelaide di Svevia, (in tedesco Adelheid) (attorno al 1060 – maggio 1090) fu regina consorte d'Ungheria per matrimonio con il re Ladislao I d'Ungheria.

BiografiaModifica

Adelaide nacque intorno al 1065 da Rodolfo di Rheinfelden, duca di Svevia e anti-re tedesco, e dalla sua seconda moglie, Adelaide di Savoia. Sua zia materna era Berta di Savoia, prima moglie dell'imperatore Enrico IV di Germania.

Intorno al 1077/8 Adelaide sposò Ladislao I d'Ungheria, membro della dinastia Árpád.[1] Ladislao accettò di sostenere Rodolfo nella sua lotta per il trono contro Enrico IV di Germania. Nel 1079 morì la madre di Adelaide, seguita nel 1080 da suo padre, caduto nella battaglia sull'Elster.

Nel 1081 papa Gregorio VII scrisse ad Adelaide, esortandola a incoraggiare il marito a sostenere i monasteri e ad essere generoso con i poveri e i deboli.[2]

Adelaide morì nel maggio del 1090; suo marito le sopravvisse di cinque anni. Fu sepolta a Veszprém, dove rimane la sua lapide.

Matrimonio e figliModifica

Adelaide ebbe due figli da Ladislao I d'Ungheria:

  • Piroska d'Ungheria (c 1080 – 13 agosto 1134), moglie di Giovanni II Comneno, imperatore dell'Impero Bizantino;
  • Figlia sconosciuta (? – ?), moglie del principe Yaroslav di Volhynia.

BibliografiaModifica

  • E. Hlawitschka, ‘Zur Herkunft und zu den Seitenverwandten des Gegenkönigs Rudolf,’ in Die Salier und das Reich, I, pp. 175–220

NoteModifica

  1. ^ Hlawitschka, ‘Zur Herkunft,‘ p. 182
  2. ^ Epistolae: Medieval Women's Latin Letters, su epistolae.ccnmtl.columbia.edu. URL consultato il 2 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 21 dicembre 2016).