Adonis (cocktail)

cocktail
Adonis
Adonis.png
NazioneStati Uniti Stati Uniti
Periodo1884-1886
LocaleOld Waldorf-Astoria Bar
BicchiereCoppa Asti
Base primariaSherry
DecorazioneRicciolo di limone o arancia
CapacitàShort drink
ClasseFrench-italian
Cocktail ufficiale IBA
Inclusione1961
Estromissione1987

L'Adonis è un cocktail a base di sherry e vermouth. Ha fatto parte della lista dei cocktail IBA del 1961[1].

ComposizioneModifica

IngredientiModifica

PreparazioneModifica

Versare gli ingredienti in un mixing glass riempito di ghiaccio e mescolare con uno stirrer. Filtrare poi con uno strainer in una coppetta da cocktail precedentemente raffeddata. Guarnire eventualmente con una scorza di arancia.[2][3]

DescrizioneModifica

L'Adonis è un cocktail dal tenore alcolico modesto (circa 15° alc.[4]), dal sapore secco e aromatico [3], che mischia le erbe del vermouth con il retrogusto nocciolato dello sherry. Alcuni consigliano di usare dei vermouth delicati per non coprire il sapore dello sherry [5]. Tecnicamente l'Adonis è un cocktail stir and strain che fa parte dei cocktail pre-dinner, rientrando nella classe dei french-italian.[6][7]

StoriaModifica

Creato presumibilmente in un periodo fra il 1884 e il 1886 da un barista dell'Old Waldorf-Astoria Bar, primo locale che certifica la presenza del cocktail sul proprio menù, riproposto sul primo ricettario del locale pubblicato nel 1934[8]. Il cocktail è stato dedicato dal suo creatore non alla divinità Adone, ma bensì ad un celebre spettacolo burlesque in voga in quel periodo, chiamato appunto Adonis.[9]

VariantiModifica

Chiamato anche col nome italiano Adone, il cocktail ha dato seguito a qualche variante, che differiscono principalmente per il metodo di preparazione.

  • Bamboo: sostituisce il vermouth rosso con vermouth dry, fu creato ad inizio novecento da Louis Eppinger[10][11]
  • Marlborough: gli ingredienti sono utilizzati in egual quantità (1:1) e sono shakerati.[2]
  • Armour: gli ingredienti sono utilizzati in egual quantità (1:1)[2]
  • Adonis #2: aggiunge 0,5 cl di vermouth rosso (per un totale di 3 cl.), 1,5 cl di vermouth bianco e 3 gocce di assenzio; è stato ideato da Federico Tomasselli, barista del locale "Ercoli 1928" di Roma.[12]

NoteModifica

  Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici