Apri il menu principale

Aeroporto di Moroni-Principe Saïd Ibrahim

Aeroporto delle Comore
Aeroporto di Moroni-Principe Saïd Ibrahim
aeroporto
Air Tanzania B737 at Hahaya Airport.jpg
Un B737 di Air Tanzania sulla pista dell'aeroporto
Codice IATAHAH
Codice ICAOFMCH
Nome commercialeAéroport International Moroni Prince Saïd Ibrahim
Descrizione
Tipocivile e militare
GestoreASECNA
StatoComore Comore
Isola autonomaGrande Comore
CittàMoroni (Comore)
Posizione23 km a Nord-ovest di Moroni
Altitudine27 m s.l.m.
Coordinate11°32′11.47″S 43°16′16.77″E / 11.536519°S 43.271325°E-11.536519; 43.271325Coordinate: 11°32′11.47″S 43°16′16.77″E / 11.536519°S 43.271325°E-11.536519; 43.271325
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Comore
FMCH
FMCH
Sito web
Piste
Orientamento (QFU)LunghezzaSuperficie
02/202 900 x 45 masfalto bituminoso
i dati sono estratti da AIP Comores[1]
verificato il 10 aprile 2015

L'Aeroporto di Moroni-Principe Saïd Ibrahim[2] (IATA: HAHICAO: FMCH), commercialmente noto come Aéroport International Moroni Prince Saïd Ibrahim è un aeroporto comoriano, situato sull'isola della Grande Comore a circa 23 km a Nord-ovest di Moroni, capitale delle Comore. La struttura è intitolata al principe Saïd Ibrahim (1911-1975), figlio del sultano Saïd Ali e Presidente del Consiglio delle Comore dal 1970.[3] Lo scalo è posto a un'altitudine di 27 m sul livello del mare ed è dotato di una pista di atterraggio con superficie in asfalto bituminoso lunga 2 900 m e larga 45 m che corre parallelamente al Canale del Mozambico e ha orientamento 02/20. È dotata di sistema di assistenza all'atterraggio PAPI.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b (FREN) FMCH - MORONI/Prince Saïd Ibrahim (PDF), in AIS ASECNA, http://www.ais-asecna.org, 21 agosto 2014. URL consultato il 9 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2007).
  2. ^ (FREN) ASECNA, AD. 2 - AERODROME, su AIS Asecna, http://www.ais-asecna.org. URL consultato il 22 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2018).
  3. ^ Mahmoud Ibrahime, Prince Said Ibrahim, su Mwezi.net, http://www.comores-online.com. URL consultato il 13 aprile 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica