Apri il menu principale
Agostino Bronzi

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature IV
Gruppo
parlamentare
PSI-PSDI unificati
Circoscrizione Liguria
Collegio La Spezia
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Socialista Italiano
Professione avvocato

Agostino Bronzi (La Spezia, 16 settembre 1891La Spezia, 27 febbraio 1972) è stato un avvocato e politico italiano.

BiografiaModifica

Nato alla Spezia da una famiglia benestante, già giovanissimo aderisce al partito socialista del quale diviene ben presto un dirigente. Fu sempre socialista e nel PSI ricoprì moltissimi incarichi di responsabilità, primo fra tutti quello di segretario provinciale.

Laureato a 23 anni in Legge presso l'Università degli studi di Genova, inizia nel 1914 la sua attività nella pubblica amministrazione e diviene consigliere provinciale spezzino a Genova.

Nel 1920 entra come consigliere di minoranza nel Consiglio Comunale della Spezia e tre anni dopo è costretto, a causa delle rappresaglie fasciste nei confronti degli oppositori al regime, a fuggire prima a Milano, dove incontra Filippo Turati, e poi a riparare in Francia, dove rimane ben 16 anni stabilendo contatti con alcuni altri esuli italiani tra cui Sandro Pertini.

Torna in Italia nel 1939 alla vigilia della seconda guerra mondiale e durante gli anni della guerra opera nella Resistenza nella IV Zona operativa, nella zona valdivarese tra Follo e il Calicese.

Designato Sindaco dal Comitato di Liberazione Nazionale, assume la direzione della prima giunta democratica il giorno stesso in cui la città fu liberata dalle forze partigiane, giunte alla Spezia il 24 aprile 1945, prima dei reparti alleati avanzanti dalla linea gotica.

Fu poi per anni vicesindaco del capoluogo e, nel 1952, fu eletto Presidente della Provincia della Spezia.

Il 10 ottobre 1963, durante la 14a seduta della Giunta per le Elezioni del Senato della Repubblica, venne nominato Senatore, in sostituzione di Gaetano Barbareschi, deceduto.

RiconoscimentiModifica

Figura degna per la fermezza e la trasparenza morale ed esempio di stile politico, una delle figure pubbliche spezzine più limpide ed illuminate del XX secolo.

Tale riconoscimento è culminato il 28 luglio 2002, quando il Consiglio Comunale della Spezia ha deliberato l'intitolazione della sala consiliare della Spezia ad Agostino Bronzi.


Collegamenti esterniModifica