Apri il menu principale

Aktion 24 è il nome con il quale è nota un'azione aerea suicida pianificata dalla Luftwaffe nell'aprile 1945. L'azione non fu mai eseguita, poiché gli aerei furono distrutti prima dell'inizio della missione.

La pianificazioneModifica

L'operazione Aktion 24 aveva lo scopo di distruggere alcuni ponti ferroviari sul fiume Vistola, in Polonia, in modo da ostacolare i rifornimenti dell'Armata Rossa e rallentarne l'avanzata. Per questa missione, si decise di modificare quattro idrovolanti del tipo Dornier Do 24T, che avrebbero dovuto colpire altrettanti ponti in varie località: Varsavia, Toruń, Dęblin e Dunjawec (presso Cracovia).
Gli aerei avrebbero dovuto essere portati in volo e fatti ammarare nei pressi dell'obiettivo. Poi, era previsto che i piloti abbandonassero il velivolo e si dirigessero verso le rive del fiume utilizzando un piccolo canotto, mentre l'aereo-bomba sarebbe stato diretto flottando da un pilota per operazioni speciali (Selbstopfer) verso l'obiettivo. Lo scopo era colpire i piloni di sostegno del ponte, in modo che l'esplosione li distruggesse e provocasse il collasso dell'intera struttura.

La missioneModifica

La missione però non fu mai iniziata. Infatti, prima dell'inizio dell'operazione, un raid di B-24 Liberator sull'aeroporto di Reichlin distrusse tre dei quattro aerei. Il Feldwebel Hildebrandt provò a far rollare l'aereo rimasto da una zona segreta del lago Müritz, ma fu avvistato da P-51 Mustang del 354º Squadrone Caccia. Il velivolo fu colpito ed affondò nel lago. Nel 1991, un Do 24T venne recuperato incompleto proprio nel Müritz, ed è oggi esposto presso il Technikmuseum Speyer. Probabilmente si tratta proprio dell'aereo di Hildebrandt.

Collegamenti esterniModifica