Vistola

fiume più lungo della Polonia
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo comune polacco, vedi Wisła.
Vistola
Kraków Wisła 11.jpg
Il fiume Vistola a Cracovia
StatoPolonia Polonia
VoivodatiSlesia Slesia
Piccola Polonia Piccola Polonia
Santacroce Santacroce
Precarpazia Precarpazia
Masovia Masovia
Lublino Lublino
Cuiavia-Pomerania Cuiavia-Pomerania
Pomerania Pomerania
Lunghezza1 047 km
Portata media1 080 m³/s
Bacino idrografico194 424 km²
Altitudine sorgente1 107 m s.l.m.
NasceBarania Góra
SfociaLaguna di Danzica
Mappa del fiume
Castello Reale a Sandomierz visto dalla Vistola
Panorama di Varsavia visto dalla Vistola

La Vistola (AFI: /ˈvistola/[1]; in polacco: Wisła, in tedesco: Weichsel) è il fiume più lungo della Polonia. Nasce dai monti Beschidi Occidentali, in Slesia, bagna Cracovia, Toruń, Varsavia e sfocia nella baia di Danzica, nel Mar Baltico. Il suo principale affluente è il Bug.

Indice

PercorsoModifica

Il corso del fiume comprende tre sezioni:

  • il corso superiore, dalla sorgente a Sandomierz dove riceve le acque del San, affluente destro;
  • il corso medio, da Sandomierz alla confluenza col Bug ingrossato dalla Narew, importanti affluenti destri;
  • il corso inferiore, dalla confluenza col Bug alla foce a delta nella Laguna della Vistola e nella Baia di Danzica. Il delta ha conosciuto importanti cambiamenti nel corso della storia.

Il bacino della Vistola si estende su 194.424 km², comprende anche parti della Bielorussia, Ucraina e Slovacchia, il 60% di tutta la Polonia e tutta la sua parte orientale, mentre il resto del paese è principalmente nel bacino dell'Oder (in polacco Odra). Il punto più alto del bacino è sui Monti Tatra, a 2.663 m d'altitudine, e la sua altitudine media è di 270 m. Tuttavia il 55% della superficie è compresa fra 100 e 200 m s.l.m. ed il 75% fra 100 e 300 m. Il bacino è molto asimmetrico, la parte più grande è a est del fiume.

StoriaModifica

Eventi storici di ampia rilevanza furono quelli che si svolsero sulle sponde del fiume, in prossimità del guado di Varsavia.

L'invasione sovietica del 1920 fu fermata in questo luogo, in quello che fu poi definito il Miracolo della Vistola.

Anche durante la seconda guerra mondiale il fiume fu lo scenario di un susseguirsi di scontri, facenti parte di una rapida e decisiva offensiva sovietica che aveva come obbiettivo l'apertura di un varco fra l'ormai disorganizzato e indebolito fronte orientale tedesco.

I reparti tedeschi impiegati sul fronte della Vistola (i quali furono, poco prima dell'inizio dell'offensiva sovietica, ridimensionati dallo stesso Hitler) caddero in poco tempo permettendo così alle forze sovietiche di avanzare molto rapidamente e di varcare il fiume in diversi punti.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Battaglia di Radzymin.

Durante l'estate del 1944, tuttavia, le Armata rossa furono arrestate per un breve periodo di tempo dal reparto Gruppo d'armate Vistola comandato da Heinrich Himmler: nonostante ciò, il tentativo di resistenza tedesco non ebbe successo e già durante il 24 febbraio 1945 i russi, sbaragliate le truppe tedesche, raggiunsero la regione della Pomerania.

Principali città e paesi lungo i tributari della VistolaModifica

Delta della VistolaModifica

Il fiume forma un ampio delta chiamato Żuławy intorno alla città di Biała Góra vicino a Sztum, a circa 50 km dalla foce, dividendosi in due rami: il Leniwka (a sinistra) e il Nogat (a destra). Nella città di Danzica al capo del ramo Leniwka il fiume si separa nel ramo Szkarpawa, ai fini del controllo delle inondazioni a est è sbarrato da una chiusa.

 
cittadina rinascimentale di Kazimierz Dolny con sfondo la Vistola
 
Granari di Grudziądz visti dalla riva sinistra della Vistola

Il cosiddetto Wisła Morto si separa di nuovo nel ramo Przegalinie che scorre fino alla baia di Danzica. Fino al XIV secolo la Vistola era diviso in un ramo principale orientale, la Vistola Elbląg, e il ramo più piccolo occidentale, la Vistola Danzica. Dal 1371 la Vistola di Danzica è l'arteria principale del fiume. Dopo l'alluvione nel 1840 si formò un ramo aggiuntivo chiamato Wisła Śmiała ("Vistola Audace"). Dal 1890 al 1895, furuno fatti lavori idraulici aggiuntivi sul Świbna. Vicino a Kwidzyn la Vistola è attualmente divisa in due rami separati che costituiscono il delta del fiume:

Nogat Leniwka
Città Affluenti Osservazioni Città Affluenti Osservazioni
Sztum Tczew
Malbork Danzica Motława, Radunia, Potok Oliwski In città il fiume si divide in più rami separati che raggiungono il Mar Baltico in diversi punti, il ramo principale raggiunge il mare a Westerplatte
Elbląg Elbląg poco prima di raggiungere la Baia della Vistola

AffluentiModifica

IdrologiaModifica

L'aspetto dei territori attraversati spiega la frequenza delle inondazioni[2], per esempio negli anni 1813, 1888, 1934, 1960[3].

Portate medie mensiliModifica

Portata media mensile (in m³)
Stazione idrometrica : Tczew (1900-1994)
 
Fonte : Wisla Basin - Station: Tczew UNH/GRDC

SportModifica

Dal fiume, prende il nome la famosa squadra calcistica polacca, Wisła Kraków.

NoteModifica

  1. ^ Luciano Canepari, Vistola, in Il DiPI – Dizionario di pronuncia italiana, Zanichelli, 2009, ISBN 978-88-08-10511-0.
  2. ^ Renata J. Romanowicz, Marzena Osuch (eds.), Stochastic Flood Forecasting System: The Middle River Vistula Case Study [1 ed.], 978-3-319-18853-9, 978-3-319-18854-6, Springer International Publishing, 2015.
  3. ^ Zbigniew W. Kundzewicz, Markus Stoffel, Tadeusz Niedźwiedź, Bartłomiej Wyżga (eds.), Flood Risk in the Upper Vistula Basin [1 ed.], 978-3-319-41922-0, 978-3-319-41923-7, Springer International Publishing, 2016.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàGND (DE4079105-1
  Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Polonia