Apri il menu principale

Albali

stella nella costellazione dell'Acquario
Albali
Albali
Aquarius IAU.svg
Aquarius constellation map.svg
Mappa della costellazione dell'Acquario
Classificazionebianca nella sequenza principale
Classe spettraleA1.5V C ~
Distanza dal Sole230 anni luce
Redshift-0,000053 ± 0,000007
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta20h 47m 40,5515s
Declinazione-09° 29′ 44,793″
Lat. galattica-30,1049°
Long. galattica037,6806°
Dati fisici
Raggio medio4,68 R
Massa
2,84 M
Acceleraz. di gravità in superficie3,55 logg
Temperatura
superficiale
9120,11 K (media)
Metallicità117% del Sole
Dati osservativi
Magnitudine app.3,77
Magnitudine ass.-0,47
Parallasse14,21 ± 0,90 mas
Moto proprioAR: 31,89 ± 0,95 mas/anno
Dec: -35,32 ± 0,60 mas/anno
Velocità radiale-16,0 ± 2 km/s
Nomenclature alternative
HD 198001, GSC 05760-01997, PLX 4960, TYC 5760-1997-1, HIC 102618, PMC 90-93 550, UBV 17998, HIP 102618, PPM 204453, UBV M 25159, BD -10 5506, HR 7950, ROT 3036, uvby98 100198001, FK5 781, IRAS 20449-0940, SACS 455, YZ 99 7360, GC 28978, JP11 3276, SAO 144810, GCRV 13033, 2MASS J20474055-0929447, N30 4597, TD1 27255

Coordinate: Carta celeste 20h 47m 40.5515s, -09° 29′ 44.793″

Epsilon Aquarii (ε Aqr / ε Aquarii) è una stella bianca nella sequenza principale di magnitudine 3,77 situata nella costellazione dell'Aquario. È nota con il nome tradizionale di Albali, dall'arabo البالع albāli‘ "colui che inghiotte". Dista 230 anni luce dal sistema solare.

OsservazioneModifica

Si tratta di una stella situata nell'emisfero celeste australe, ma molto in prossimità dell'equatore celeste; ciò comporta che possa essere osservata da tutte le regioni abitate della Terra senza alcuna difficoltà e che sia invisibile soltanto molto oltre il circolo polare artico. Nell'emisfero sud invece appare circumpolare solo nelle aree più interne del continente antartico. Essendo di magnitudine 3,8, la si può osservare anche dai piccoli centri urbani senza difficoltà, sebbene un cielo non eccessivamente inquinato sia maggiormente indicato per la sua individuazione.

Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra fine giugno e novembre; da entrambi gli emisferi il periodo di visibilità rimane indicativamente lo stesso, grazie alla posizione della stella non lontana dall'equatore celeste.

Caratteristiche fisicheModifica

La stella è una bianca nella sequenza principale; possiede una magnitudine assoluta di -0,47 e la sua velocità radiale negativa indica che la stella si sta avvicinando al sistema solare.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni