Albert Ball

aviatore britannico
Albert Ball
Albert Ball portrait.jpg
NascitaNottingham, 14 agosto 1896
MorteAnnœullin, 7 maggio 1917
Cause della morteOperazione militare
Dati militari
Paese servitoRegno Unito Regno Unito
Forza armataBritish Army
Royal Flying Corps
RepartoSherwood Foresters
North Midland Motorcycle Company
Squadrone Nr 9

Squadrone Nr 13
Squadrone Nr 11
Squadrone Nr 8
Squadrone Nr 60
No. 34 Squadron RAF
Squadrone Nr 56
Anni di servizio1914 - 1917
GradoCapitano
Guerreprima guerra mondiale
CampagneFronte occidentale
voci di militari presenti su Wikipedia

Albert Ball (Nottingham, 14 agosto 1896Annœullin, 7 maggio 1917) è stato un aviatore britannico. Fu uno dei più importanti assi dell'aviazione britannica durante la prima guerra mondiale. Al momento della sua morte, il suo numero di vittorie (44) era solamente inferiore a quello dell'asso tedesco Manfred von Richthofen.

BiografiaModifica

Nato a Notthingam, frequentò la Nottingham High School e il Trent College di Long Eaton per poi esser assegnato al reggimento Sherwood Foresters, quando scoppiò la prima guerra mondiale. Il reggimento di Ball non andò al fronte, nemmeno quando il futuro asso fu integrato nell'unità ciclisti. Fu allora che decise di prendere lezioni private all'aeroporto di Hendon nel London Borough of Barnet, per ottenere il brevetto di pilota il 15 ottobre 1915. Subito dopo fece domanda di trasferimento nella Royal Flying Corps (RFC), per poi ottenere il brevetto di pilota militare il 22 gennaio 1916. Il 18 febbraio fu trasferito a Marieux, in Francia, dove fu assegnato al No. 13 Squadron, una squadriglia dotata di aerei da combattimento biplani Royal Aircraft Factory B.E.2. Ball poteva pilotare con uguale bravura monoplani come il Bristol Scout, a bordo del quale compiva missioni solitarie. Il suo aggressivo spirito di combattimento fu attivamente incoraggiato dal suo comandante, che lo trasferì nel No. 11 Squadron, una squadriglia da caccia equipaggiata di monoplani Nieuport 16, Bristol Scout e Royal Aircraft Factory F.E.2. Ottenne la sua prima vittoria il 16 maggio 1916, a bordo di un Bristol Scout. La sua prima decorazione militare, la Military Cross, gli fu assegnata il 27 giugno 1916.

Nell'agosto 1916 Ball fu trasferito nel No. 60 Squadron, che era stato dotato del nuovo Nieuport 17 e, in tre mesi, ottenne 30 vittorie tra luglio e settembre. Ball, che detestava volare in formazione e spesso si separava da quest'ultima per combattere più liberamente, si comportava da "lupo solitario". Modificò i comandi di volo in modo da poter sparare più liberamente con le proprie mani: questa iniziativa fu ben presto adottata dai piloti alleati e tedeschi. La sua aggressività si rivelerà controproducente, verrà infatti abbattuto una mezza dozzina di volte entro la fine dell'agosto 1916.

Lontano dalle battaglie, Ball amava coltivare il suo orto e far pratica col violino.

Il 1º settembre 1916, Ball tornò in licenza in Inghilterra per due settimane dove fu promosso Flight Commander e ricevette altre decorazioni militari. Dopo il termine della licenza, Ball tornò immediatamente a combattere e tra il 15 e il 30 settembre ottenne altre 14 vittorie.

Alle metà di ottobre, a Ball venne data un'altra licenza e in Inghilterra venne festeggiato come un eroe nazionale.

Al suo ritorno al fronte il 7 aprile 1917 prese il comando del No. 56 Squadron, a Ball venne assegnato un nuovo biplano S.E.5, modello più avanzato per combattere i nuovi prototipi aerei tedeschi. Ball protestò per l'assegnazione del nuovo biplano e persistette col suo atteggiamento testardo e solitario, un atteggiamento suicida di fronte alle più disciplinate formazioni aeree tedesche.

Tra il 26 aprile e il 6 maggio 1917 il capitano Albert Ball partecipò ad altri 26 combattimenti e ottenne altre 11 vittorie. Il 6 maggio totalizzò il ragguardevole (e definitivo) traguardo di 44 vittorie.

Il 7 maggio 1917 combatté contro la formazione aerea Jasta 11 comandata da Lothar von Richthofen, fratello minore di Manfred von Richthofen (il famoso Barone Rosso); Ball precipitò mortalmente insieme a Lothar von Richthofen, che però sopravvisse alla caduta. Tra le ipotesi della morte di Ball, la più probabile è forse quella dello scontro aereo con von Richthofen; un'altra versione, quella delle forze militari tedesche, sostenne che fu Lothar von Richthofen ad abbattere l'aereo di Ball.

L'8 giugno 1917 l'Inghilterra assegnò, come decorazione postuma, la Victoria Cross. A Annœullin, il college locale porta il suo nome.

OnorificenzeModifica

  Victoria Cross
«Lt. (temp. Capt.) Albert Ball, D.S.O., M.C., late Notts. and Derby. R., and R.F.C. For most conspicuous and consistent bravery from the 25th of April to the 6th of May, 1917, during which period Capt. Ball took part in twenty-six combats in the air and destroyed eleven hostile aeroplanes, drove down two out of control, and forced several others to land. In these combats Capt. Ball, flying alone, on one occasion fought six hostile machines, twice he fought five and once four. When leading two other British aeroplanes he attacked an enemy formation of eight. On each of these occasions he brought down at least one enemy. Several times his aeroplane was badly damaged, once so seriously that but for the most delicate handling his machine would have collapsed, as nearly all the control wires had been shot away. On returning with a damaged machine he had always to be restrained from immediately going out on another. In all, Capt. Ball has destroyed forty-three German aeroplanes and one balloon, and has always displayed most exceptional courage, determination and skill
— 8 giugno 1917
  Compagno del Distinguished Service Order
«For conspicuous gallantry and skill. Observing seven enemy machines in formation, he immediately attacked one of them and shot it down at 15 yards range. The remaining machines retired. Immediately afterwards, seeing five more hostile machines, he attacked one at about 10 yards range and shot it down, flames coming out of the fuselage. He then attacked another of the machines, which had been firing at him, and shot it down into a village, when it landed on the top of a house. He then went to the nearest aerodrome for more ammunition, and, returning, attacked three more machines, causing them to dive under control. Being then short of petrol he came home. His own machine was badly shot about in these fights
  Compagno del Distinguished Service Order
«For conspicuous skill and gallantry. When on escort duty to a bombing raid he saw four enemy machines in formation. He dived on to them and broke up their formation, and then shot down the nearest one, which fell on its nose. He came down to about 500 feet to make certain it was wrecked. On another occasion, observing 12 enemy machines in formation, he dived in among them, and fired a drum into the nearest machine, which went down out of control. Several more hostile machines then approached, and he fired three more drums at them, driving down another out of control. He then returned, crossing the lines at a low altitude, with his machine very much damaged
  Compagno del Distinguished Service Order
«For conspicuous gallantry in action. He attacked three hostile machines and brought one down, displaying great courage and skill. He has brought down eight hostile machines in a short period, and has forced many others to land
  Military Cross
«For conspicuous skill and gallantry on many occasions, notably when, after failing to destroy an enemy kite balloon with bombs, he returned for a fresh supply, went back and brought it down in flames. He has done great execution among enemy aeroplanes. On one occasion he attacked six in one flight, forced down two and drove the others off. This occurred several miles over the enemy's lines

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN29846965 · ISNI (EN0000 0000 4066 6289 · LCCN (ENnb90058110 · GND (DE119405806 · BNF (FRcb155624236 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nb90058110