Ali Laarayedh

politico tunisino
Ali Laarayedh
Ali Larayedh 2014.jpg

Primo ministro della Tunisia
Durata mandato 14 marzo 2013 –
29 gennaio 2014
Predecessore Hamadi Jebali
Successore Mehdi Jomaa

Dati generali
Partito politico Movimento della Rinascita

Ali Laarayedh (in arabo: علي العريّض‎; Medenine, 15 agosto 1955) è un politico tunisino.

È stato primo ministro della Tunisia dal 14 marzo 2013 al 29 gennaio 2014.

Si è candidato alla carica di presidente in vista delle elezioni generali del 2014.

BiografiaModifica

Nato nella città tunisina di Médenine il 19 luglio 1955. Laurea in ingegneria presso la Scuola di navigazione marittima della Tunisia. Alla fine dei suoi studi universitari è entrato nel mondo della politica come membro del Partito del Rinascimento (o Ennahda), di cui nel 1981 è stato un portavoce fino al 1990 che è stato arrestato e molestato dalla polizia e successivamente condannato a quindici anni in prigione, in cui ha subito torture e sono state eseguite pericolose tecniche mediche che gli sarebbero potute costare la vita, tutto durante le dittature dei presidenti Habib Burguiba e Zine El Abidine Ben Ali.

Dopo il rovesciamento di Zine El Abidine Ben Ali, riprese le sue attività politiche nel Partito del Rinascimento e si unì al gabinetto del governo del nuovo Primo Ministro Hamadi Yebali, che il 24 dicembre 2011 era membro dell'Assemblea costituente ed è stato nominato Ministro degli Interni in cui si è impegnato a sostenere la pace in Tunisia e rifiutare l'estremismo religioso, il tribalismo e il regionalismo.

Successivamente, Hamadi Yebali, dopo aver rassegnato le dimissioni dalla sua posizione politica in successione, ha ricoperto la carica di Segretario Generale del Partito del Rinascimento e il 14 marzo 2013 è stato nominato [1] dal Presidente Moncef Marzouki come 12 ° Primo Ministro della Tunisia.

Altri progettiModifica