Apri il menu principale
Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico. L'uso di Wikipedia è a proprio rischio: leggi le avvertenze.
Alta via delle Alpi Biellesi
Alta via alpi biellesi placchetta.jpg
Cartellino indicatore dell'alta via
Tipo percorsoalta via
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegionePiemonte Piemonte
ProvinciaBiella Biella
Catena montuosaAlpi Biellesi
Percorso
InizioPiedicavallo
FineMuzzano
Dettagli
Tempo totale5 giorni
Difficoltàdifficile

L'alta via delle Alpi Biellesi è un itinerario di trekking che percorre il crinale divisorio tra la provincia di Biella e la Valle d'Aosta. È stata tracciata nei primi anni 2000 dalle guide alpine locali con la collaborazione della Provincia di Biella.[1]

Indice

CaratteristicheModifica

Nonostante la quota non particolarmente elevata la zona si presenta piuttosto impervia e selvaggia, con un ambiente ancora integro e poco disturbato da attività umane.[2] Lungo quasi tutto l'itinerario, data la posizione avanzata delle Alpi Biellesi rispetto al resto della catena alpina, si gode di un ottimo panorama sia verso i quattromila delle Alpi (ed in particolare sul vicino gruppo del Rosa) che verso la pianura e l'Appennino settentrionale.[3]

Il trekking presenta caratteristiche parzialmente alpinistiche svolgendosi in gran parte su terreno esposto e richiedendo la conoscenza almeno di base della tecnica di arrampicata su roccia. Alcuni tratti sono stati attrezzati e anche dove sono presenti dei sentieri questi sono in genere poco più che tracce. Con l'esclusione dell'accesso al rifugio Rivetti (prima tappa) la difficoltà complessiva delle tappe è costantemente stimata in EEA (Escursionisti esperti attrezzati). Chi intende percorrere l'Alta Via dovrà quindi essere dotato dell'equipaggiamento da via ferrata. L'itinerario può essere percorso tra luglio e settembre; per la facilità con cui durante l'estate nella seconda parte della giornata si sviluppano temporali [4] è consigliabile consultare attentamente le previsioni meteorologiche e partire molto presto al mattino.

L'alta via ha caratteristiche in parte complementari rispetto alla Grande traversata del Biellese, un lungo anello escursionistico decisamente più facile che percorre il Biellese a quota medio-bassa.

SegnaviaModifica

 
Un tratto attrezzato nei pressi del colle della Gragliasca

Il percorso dell'alta via è segnalato da bolli di vernice azzurra e da cartellini indicatori con il nome dell'itinerario fissati al suolo.

PercorsoModifica

L'itinerario è diviso in 5 tappe e prevede il pernottamento nei rifugi alpini della zona. Il punto di partenza, Piedicavallo, è facilmente raggiungibile con i servizi pubblici.

NoteModifica

  1. ^ Le Valli del Biellese, pagina web sul sito del Collegio guide alpine del Piemonte www.guidealpinepiemonte.it (consultato nel giugno 2010)
  2. ^ Alpi Biellesi, pagina web sul blog paroleadaltaquota.iobloggo.com (consultato nel giugno 2010)
  3. ^ Alta Via delle Alpi Biellesi, Gianni Lanza, articolo su www.planetmountain.com (consultato nel giugno 2010)
  4. ^ Alta Via delle Alpi Biellesi(Quasi tutte le cime del gruppo), scheda e commenti degli utenti su www.gulliver.it[collegamento interrotto] (consultato nel giugno 2010)

Collegamenti esterniModifica