Amina Zaripova

ginnasta russa
Amina Zaripova
Larissa Loukianenko, Ekaterina Serebrianskaya, Maria Petrova y Amina Zaripova 1996 Budapest 02.jpg
Zaripova, ultima a destra, durante i Mondiali di Budapest 1996
Nazionalità Russia Russia
Altezza 176 cm
Peso 52 kg
Ginnastica ritmica Gymnastics (rhythmic) pictogram.svg
Specialità individuale
Termine carriera 1999
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Oro Vienna 1995 Palla
Oro Vienna 1995 Clavette
Oro Vienna 1995 Squadra
Oro Budapest 1996 Clavette
Oro Berlino 1997 Squadra
Argento Parigi 1994 Individuale
Argento Parigi 1994 Nastro
Argento Vienna 1995 Nastro
Argento Budapest 1996 Palla
Bronzo Alicante 1993 Individuale
Bronzo Alicante 1993 Squadra
Bronzo Parigi 1994 Clavette
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Oro Salonicco 1994 Palla
Oro Salonicco 1994 Clavette
Oro Asker 1996 Clavette
Bronzo Stoccarda 1992 Squadra
Bronzo Salonicco 1994 Individuale
Bronzo Salonicco 1994 Cerchio
Bronzo Salonicco 1994 Nastro
Bronzo Asker 1996 Individuale
Bronzo Porto 1998 Squadra
FISU International University Sport Federation.svg Universiadi
Oro Sicilia 1997 Clavette
Argento Sicilia 1997 Fune
Argento Sicilia 1997 Nastro
Bronzo Sicilia 1997 Individuale
Statistiche aggiornate al 26 giugno 2010

Amina Vassilovna Zaripova (in russo: Амина Василовна Зарипова?; Chirchiq, 10 agosto 1976) è un'ex ginnasta russa.

BiografiaModifica

Amina ha cominciato con la ginnastica ritmica nel 1986 all'età di 9 anni ed è stata poi scelta dall'allenatrice della Nazionale Russa, Irina Viner, per allenarsi al Centro Nazionale di Mosca, lasciando la sua famiglia per lo sport.

Nel 1993, ai Campionati del Mondo ad Alicante, Amina ha cominciato a farsi notare per la sua incredibile flessibilità. Nel 1995 ha vinto due finali di attrezzo ai Campionati del Mondo a Vienna, e si è classificata quarta nello All Around. Sbarcata per la prima volta nelle Olimpiadi del 1996 si è classificata quarta.

La Zaripova è divenuta più matura, commettendo raramente errori ed era molto diversa dalle altre ginnaste. Dotata di una innata eleganza con la quale si poteva permettere di eseguire passi di danza all'interno dei propri esercizi. È stata proprio lei la prima a introdurre elementi di flessibilità e questi avevano lo scopo di mostrare la sua grazia e originalità.

Il 21-22 marzo 1997 si è classificata sesta ai Campionati Nazionali Russi, e terza col cerchio. Nel giugno 1997 ha partecipato alle Universiadi in Sicilia (Italia) dove è arrivata terza, anche se ha totalizzato 10.00 nell'esercizio al cerchio, superata dalla Vitrichenko (prima) e dalla Ogryzko (seconda), in seguito ritirata.

Nei Campionati del Mondo a Berlino dell'ottobre del 1997 non ha gareggiato nelle finali individuali, perché la partecipazione era limitata a due ginnaste per nazione in finale: per cui, per la Russia hanno gareggiato Batyršina e Lipovskaya, che si sono subito dopo ritirate. In seguito alle Olimpiadi subì un infortunio che la costrinse a non allenarsi per tre mesi.

Durante il 1998 ha ricominciato ad allenarsi duramente e nel 1998 al S. Francisco Rhythmic Invitational si è esibita in nuovi esercizi in tutte le gare e ha così guadagnato l'argento (l'oro è andato alla Vitrichenko). Quanto alla Deryugina Cup dello stesso anno è arrivata sesta.

In seguito, ha avuto un periodo di indecisione. Si era ufficialmente ritirata dalla ginnastica ritmica il 25 settembre 1998 per poi decidere di tornare. Ha ricominciato pertanto ad allenarsi, incoraggiata dalla sua allenatrice Irina Viner. Si è classificata infatti quarta al LA Lights 1999 e ha vinto la gara internazionale di Schmiden. In seguito si è ritirata dalla ginnastica ritmica, probabilmente perché si sentiva sfidata dalle nuove ginnaste, come Alina Kabaeva. Amina è stata allenatrice nazionale greca nel 1999.

Al Grand Prix di Mosca 2000 Amina Zaripova ha illuminato lo show del Grand Prix. Adesso lavora al fianco di Irina Viner come allenatrice.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica