Anuqet

divinità egizia

Anuqet[1] è una divinità egizia, appartenente alla religione dell'antico Egitto.

La dea Anuqet.

DescrizioneModifica

Anuqet viene raffigurata come una giovane donna con un'alta corona di piume, uno scettro ed un ankh sulla sua sommità. [2].

A lei sacre la gazzella, la piume e la freccia [3].

Verso la fine del Nuovo Regno viene associata, anche, alla fertilità, all'allattamento ed al desiderio, rappresentata da simboli sessuali come la "vulva".[3].

CultoModifica

 
Basso rilievo del faraone Senusret III e del faraone Neferhotep I Khaskhemre nella Cappella di Sehel.

Anuqet formava con sua sorella Satet ed il dio Khnum la cosiddetta triade di Elefantina[4], considerata protettrice delle acque del Nilo, delle cataratte e della Nubia settentrionale.

Anuqet compariva, anche, nelle rappresentazioni funebri insieme a Tueret, divinità rappresentante i canneti del delta del Nilo, simboleggiando i deserti del sud. In tale rappresentazione le due dee racchiudevano l'intera vallata del Nilo (nella parte che costituisce l'Egitto).

CerimonieModifica

Il festival del culto di Elefantina si teneva durante Shemu la stagione del raccolto, tra maggio e settembre[5]. Le festività si prolungavano per alcuni giorni in cui processioni, preziose offerte e copiosi banchetti a base di pesce ne erano i protagonisti.

 
Anuqet (anche nota come Anouké, Anouki, Anucè, Anucis, Istia, Estia, Vesta), N372.2, Brooklyn Museum

EpitetiModifica

TempliModifica

Sull'isola di Elefantina:

  • Templio della triade.

Sull'isola di Sehel:

NoteModifica

  1. ^ Mario Tosi, Dizionario enciclopedico delle divinità dell'antico Egitto vol.1, Ananke, Torino 2004, ISBN 978-88-7325-064-7
  2. ^ Geraldine Pinch, Egyptian Mythology: A Guide to the Gods, Goddesses, and Traditions of Ancient Egypt, Oxford University Press, 2004, p 186
  3. ^ a b Anuket, su ancientegyptonline.co.uk. URL consultato il 26 ottobre 2016.
  4. ^ Hart, George (2005), The Routledge Dictionary of Egyptian Gods and Goddesses, Revised Edition, p. 28
  5. ^ Zahi A. Hawass, Lyla Pinch Brock, Egyptology at the Dawn of the Twenty-first Century: Archaeology, American Univ in Cairo Press, 2003, p 443
  6. ^ http://egyptian-gods.org/egyptian-gods-anuket/
  7. ^ Kathryn A. Bard, Encyclopedia of the archaeology of ancient Egypt, Psychology Press, 1999, p 178

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN67259146 · GND (DE118649760 · BNF (FRcb12653482h (data) · CERL cnp00578373 · WorldCat Identities (ENviaf-67259146