Apri il menu principale

Apollonide di Nicea

grammatico greco antico

Apollonide di Nicea (Nicea, I secolo – dopo il 37) è stato un grammatico greco antico.

BiografiaModifica

Apollonide nacque a Nicea e visse all'epoca di Tiberio, al quale dedicò un commentario ai Silloi di Timone di Fliunte[1].

OpereModifica

Oltre al commentario, Apollonide scrisse numerose opere, tutte perdute.

Di impianto simile al commentario su Timone dovevano essere quelli all'orazione di Demostene Sulla corrotta ambasceria (περὶ παραπρεσβείας)[2] e su Ione di Chio[3].

Difficile capire cosa fosse l'opera Sulle finzioni (περὶ κατεψενσμένων), almeno in 8 libri[4], anche se forse era una raccolta aneddotica simile a quella coeva di Tolomeo Efestione.

Tipicamente erudita era, infine, l'opera Sui proverbi[5].

NoteModifica

  1. ^ Diogene Laerzio, IX, 109.
  2. ^ Ammon. s. v. ὄφλειν.
  3. ^ Arpocrazione, s. v. Ἴων.
  4. ^ Ammon. s. v. κατοίκησις, schol. in Vita Arati.
  5. ^ Stefano di Bisanzio, Ethnica, s. v. Τέρινα.

Collegamenti esterniModifica