Arborophila brunneopectus

specie di uccello
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pernice dorsobarrato
Arborophila brunneopectus female - Kaeng Krachan.jpg
Femmina di Arborophila brunneopectus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukarya
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Galliformes
Famiglia Phasianidae
Sottofamiglia Perdicinae
Genere Arborophila
Specie A. brunneopectus
Nomenclatura binomiale
Arborophila brunneopectus
(Blyth, 1855)

La pernice dorsobarrato (Arborophila brunneopectus (Blyth, 1855)) è un uccello della famiglia Phasianidae diffuso nel Sudest asiatico e in Cina.[2]

DescrizioneModifica

Arborophila brunneopectus ha una lunghezza di 280 mm, con un'apertura alare media di 144 mm per i maschi e 134 per le femmine. Ha una coda di 6–7 cm e un becco di circa 20 mm.[senza fonte]

BiologiaModifica

Arborophila brunneopectus nidifica in gruppi di 4-9 esemplari, composti da due genitori e i loro piccoli, o talvolta da due famiglie. Da maggio a giugno avviene l'accoppiamento, e le uova sono deposte in una cavità coperta da bambù ed erba.[senza fonte]

Si cibano di semi, piccoli baccelli e insetti che si trovano sul letto della foresta.[senza fonte]

Distribuzione e habitatModifica

Si trova in Cambogia, Cina, Laos, Myanmar, Thailandia e Vietnam.[1] L'habitat naturale sono le foreste subtropicali e tropicali pianeggianti o montane. Si trova tipicamente ad altitudini relativamente alte, sotto i 900 m, ma è stato visto anche a 1.500 m e oltre.

TassonomiaModifica

Sono note tre sottospecie:[2]

  • Arborophila brunneopectus brunneopectus (Blyth, 1855)
  • Arborophila brunneopectus henrici (Oustalet, 1896)
  • Arborophila brunneopectus albigula (Robinson & Kloss, 1919)

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2012, Arborophila brunneopectus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019. URL consultato il 25 gennaio 2016.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Phasianidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 25 gennaio 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli