Apri il menu principale

Archivio glottologico italiano

rivista italiana di glottologia

«L'italiano vero e proprio, non è la resultanza del latino volgare che si combini o collutti con altre favelle, ma è la limpida continuazione del solo latino volgare»

(Graziadio Isaia Ascoli)
Archivio glottologico italiano
StatoItalia Italia
Linguaitaliano
inglese
francese
Periodicitàsemestrale
Fondazione1873
EditoreLe Monnier
ISSN0004-0207 (WC · ACNP)
 

L'Archivio glottologico italiano, spesso nelle bibliografie abbreviato come AGI, è una rivista italiana di glottologia.

StoriaModifica

Fondata da Graziadio Isaia Ascoli e Giovanni Flechia nel 1873 è stata diretta negli anni da vari studiosi italiani, tra i quali Carlo Salvioni, Matteo Bartoli, Vittore Pisani, Pier Gabriele Goidanich, Benvenuto Terracini e Giacomo Devoto. Vi hanno scritto altri studiosi come Costantino Nigra, Francesco D'Ovidio, Wilhelm Meyer-Lübke, Gian Luigi Beccaria, Franca Brambilla Ageno, Giandomenico Serra, Romano Lazzeroni, Marco Mancini.

Vi si trovano ricerche e studi di metodo sulle lingue indoeuropee e romanze e sull'italiano e i suoi dialetti, sulla glottologia, l'etimologia e la linguistica come scienze ecc. oltre a numeri speciali (per esempio i nn. 53 e 54 del 1968-69 dedicati a Benvenuto Terracini) e a qualche supplemento (uscito irregolarmente dal 1891 al 1907).

Diretta attualmente da Paolo Ramat[1] e Alberto Nocentini[2], la rivista è giunta al volume 96 e pubblicata da Le Monnier di Firenze[3].

NoteModifica

  1. ^ cfr. Archiviato il 13 novembre 2011 in Internet Archive. la sua pagina sul sito dell'Università di Pavia.
  2. ^ cfr. Archiviato il 15 dicembre 2013 in Internet Archive. la sua pagina sul sito dell'Università di Firenze.
  3. ^ In precedenza è stata edita da Loescher e da Chiantore (dal vol. 18 al vol. 34), di Torino. Dal 1943 al 1949 è stata sospesa. Poi è stata edita da Le Monnier.

BibliografiaModifica

  • Graziadio Isaia Ascoli e l'Archivio glottologico italiano (1873-1973), studi raccolti, in occasione del centenario dei Saggi ladini da Manlio Cortelazzo, Udine: Società filologica friulana, 1973
  • Àscoli, Graziadio Isaia, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Altri progettiModifica