Arcieparchia di Damasco dei Maroniti

L'arcieparchia di Damasco dei Maroniti (in latino: Archieparchia Damascena Maronitarum) è una sede della Chiesa maronita in Siria. Nel 2021 contava 6.000 battezzati. È retta dall'arcieparca Samir Nassar.

Arcieparchia di Damasco dei Maroniti
Archieparchia Damascena Maronitarum
Chiesa maronita
 
ArcieparcaSamir Nassar
Presbiteri4, tutti secolari
1.500 battezzati per presbitero
 
Battezzati6.000
StatoSiria
Parrocchie9
 
Erezione1527
Ritoantiocheno
IndirizzoBab Touma, B.P. 2179, Damas, Syrie
Dati dall'Annuario pontificio 2022 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Siria

Territorio

modifica

L'arcieparchia comprende la città di Damasco, dove si trova la cattedrale di Sant'Antonio.

Il territorio è suddiviso in 6 parrocchie.

La serie episcopale cattolica inizia nel 1527.

L'arcieparchia fu eretta canonicamente nel sinodo maronita del Monte Libano del 1736.

Nella notte tra il 9 e il 10 luglio 1860 i drusi, che non accettavano la libertà di culto concessa ai cristiani dal sultano ottomano, uccisero a Damasco un gruppo di undici tra missionari francescani e fedeli laici della Chiesa maronita, noti come martiri di Damasco; furono beatificati da papa Pio XI il 10 ottobre 1926.[1][2]

Cronotassi dei vescovi

modifica

Si omettono i periodi di sede vacante non superiori ai 2 anni o non storicamente accertati.

  • Antonios † (1523 - ?)
  • Giorgio Salomo, O.S.A. † (13 marzo 1560 - 1574 deceduto)
  • Youssef Girgis al-Basluqiti † (1577 - 1580 deceduto)
  • ...
  • Sarkis Risio o Rizzi † (1600 - 1638 deceduto)
  • ...
  • Sarkis Al Jamri † (menzionato nel 1661)
  • ...
  • Semaan Awwad (Simone Evodio) † (27 gennaio 1716 - 16 marzo 1743 nominato patriarca di Antiochia)
  • ...
  • Arsenio 'Abdoul-Ahad † (menzionato in agosto 1774)
  • Youssef Tyan † (1786 - 1788 nominato vicario patriarcale)[3]
  • Germanos El Khazen (Germano Gazeno) † (1794 - 1806 deceduto)
  • Estefan I El-Khazen (Stefano Gazeno) † (2 aprile 1806 - 31 dicembre 1830 deceduto)
  • Youssef El Khazen (Giuseppe Gazeno) † (6 aprile 1830 consacrato - 19 gennaio 1846 confermato patriarca di Antiochia)
  • Estefan II El-Khazen (Stefano Gazeno) † (2 aprile 1848 - 8 dicembre 1868 deceduto)
  • Nomatallah Dahdah † (11 febbraio 1872 - ? deceduto)
  • Paolo Massad † (12 giugno 1892 - marzo 1919 deceduto)
  • Béchara Richard Chémali † (9 maggio 1920 - 24 dicembre 1927 deceduto)
  • Jean Elie El-Hage † (29 aprile 1928 - 30 novembre 1955 deceduto)
  • ...
  • Antoine Hamid Mourany † (5 giugno 1989 - 10 marzo 1999 dimesso)
  • Raymond Eid † (5 giugno 1999 - 25 settembre 2005 ritirato)
  • Samir Nassar, confermato il 14 ottobre 2006

Statistiche

modifica

L'arcieparchia nel 2021 contava circa 6.000 battezzati.

anno popolazione presbiteri diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per presbitero uomini donne
1950 30.000 ? ? 66 48 18 454 70 67 54
1980 4.800 ? ? 1 1 4.800 1
1990 8.000 ? ? 5 2 3 1.600 3 5 2
1999 8.000 ? ? 2 2 4.000 2 1
2001 8.000 ? ? 1 1 8.000 2 1
2002 12.000 ? ? 1 1 12.000 1
2003 12.000 ? ? 1 1 12.000 1
2004 12.000 ? ? 1 1 12.000 6
2006 12.000 ? ? 4 4 3.000 6
2009 16.000 ? ? 5 5 3.200 16 175 3
2013 20.300 ? ? 8 4 4 2.537 20 138 8
2016 15.000 ? ? 25 4 21 600 37 144 9
2019 6.000 ? ? 4 4 1.500 6
2021 6.000 ? ? 4 4 1.500 6
  1. ^ Beati Martiri di Damasco, in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.
  2. ^ (EN) The Martyrs of Damascus (1860)
  3. ^ Non è nota la sede titolare assegnata al vicario Tyan. Tuttavia, nei sinodi elettorali maroniti del 1795 e 1797 è segnalato vescovo di Damasco Germanos El Khazen.

Collegamenti esterni

modifica
  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi