Arco di San Pierino

L'arco sulla Piazza San Pier Maggiore

L'archino di San Piero, meglio conosciuto come arco di San Pierino è un passaggio coperto tra piazza San Pier Maggiore e via dell'Oriuolo a Firenze.

Da non confondere con l'arco seicentesco ben più in vista nella piazza (si tratta invece dei resti dell'antica chiesa di San Pier Maggiore, distrutta nel Settecento per presunti problemi di staticità)[1], l'arco di San Pierino è invece un passaggio coperto piuttosto lungo e molto più antico, realizzato in conci di pietraforte a vista.

Si ritiene che sia un vestigio dell'antica cinta muraria di Firenze, quella realizzata tra il 1173 e il 1175, che proprio qui girava ad angolo verso sud, verso l'Arno.

La vivace piazzetta con i numerosi negozi e piccoli ristoranti, alcuni dei quali si aprono proprio sotto l'arco, rendono questa parte di Firenze una delle più amate dai fiorentini. Fino a poco tempo si teneva un mercatino sotto l'arco e tra i negozi ospitati sotto la volta esercitava uno degli ultimi trippai di Firenze. Insieme con la retrostante piazza, l'arco è stato sottoposto ad un radicale rifacimento della pavimentazione e dell'illuminazione nel 2008[2].

NoteModifica

  1. ^ L’ arco di San Pierino: vestigia del fu San Pier Maggiore, su Curiosità su Firenze. URL consultato il 27 ottobre 18.
  2. ^ Inaugurato il 'nuovo' arco di San Pierino, su La Nazione. Firenze, 8 dicembre 2008. URL consultato il 27 ottobre 18.

Altri progettiModifica

  Portale Firenze: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di firenze