Apri il menu principale

Argo (nome)

prenome

Varianti in altre lingueModifica

Origine e diffusioneModifica

 
Argo Panoptes in un affresco romano a Pompei antica

Riprende il nome greco Άργος (Άrgos), passato in latino come Argus; si tratta, plausibilmente, di una ripresa diretta dell'aggettivo greco άργος (argos), che vuol dire "bianco", "lucente", "splendente", "luccicante"[1][2][4][5] ma anche "veloce"[2][5]. È etimologicamente correlato al nome Argia, e affine per significato ai nomi Braulio, Fozio, Fulgenzio e Svetlana nel primo caso, e Boaz, Eolo, Cono e Wiebe nel secondo.

È un nome di tradizione classica, frequente nella mitologia greca: venne portato in particolare da Argo Panoptes, il gigante dai cento occhi, ma anche da Argo, il cane di Ulisse, morto di felicità per aver rivisto il proprio padrone dopo tanti anni, e da Argo di Tespi, il costruttore della nave Argo da cui presero il nome gli argonauti[1][3][4].

Nonostante queste figure, la diffusione del nome, almeno in Italia, è scarsissima[1]; le poche occorrenze sono sparse al Nord e al Centro, specie in Toscana ed Emilia-Romagna[3].

OnomasticoModifica

Il nome Argo è adespota, non essendo portato da alcun santo patrono; l'onomastico ricade quindi il 1º novembre, giorno di Ognissanti[6].

PersoneModifica

Il nome nelle artiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d La Stella T., pp. 38-39.
  2. ^ a b c De Grandis, p. 4.
  3. ^ a b c d e De Felice, p. 62.
  4. ^ a b c d (EN) Argos, su Behind the Name. URL consultato il 30 marzo 2019.
  5. ^ a b (EN) Argo, su Online Etymology Dictionary. URL consultato il 30 marzo 2019.
  6. ^ Argo, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 30 marzo 2019.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi