Apri il menu principale

Aristoxenos

incisore di conii della Magna Grecia
Metapontum: statere
Metapontum Aristoxenos signed stater 591098.jpg
Testa di coronata di Demetra; ΑΡΙΣΤΟΞΕ in lettere minute sotto il taglio del collo META; spiga d'orzo con foglia a sinistra
AR; 7,61 g

Aristoxenos (in greco antico: ᾿Αριστόξενος, Aristòxenos, fl. prima meta del IV secolo a.C.[1][2]; ... – ...) è stato un medaglista e un incisore di conii greco antico, attivo dopo la metà del V secolo a.C. nella monetazione di Metapontum e in quella di Heraclea[3]; fa parte del ristretto numero di incisori di conii dell'antichità di cui si conosce il nome, tramandato dalla firma sulle monete.

Indice

BiografiaModifica

ΑΡΙΣΤΟΞΕΝΟΣ o, abbreviato, ΑΡΙΣΤΟΞΕ etc, è un artista che appare su didracmi di Heraclea e Metapontum; sulle monete di Metapontum la firma è situata sempre sotto il taglio del collo[4].

MoneteModifica

HeracleaModifica

Una moneta di Heraclea firmata da Aristoxenos e appartenente alla collezione di Imhoof-Blumer è dettagliatamente descritta in un lavoro pubblicato nel 1870[5].

Al dritto è raffigurata la testa di Atena. Indossa un elmo attico decorato con Scilla[6]. Sulla base della cresta dell'elmo c'è, in caratteri minuti, la scritta ΑΡΙΣΤΟΞΕΝΟΣ.

Al rovescio è raffigurato Eracle che lotta con il leone nemeo. Sulla linea di esergo, sempre in caratteri minuti, c'è la scritta ΑΡΙΣΤΟΞΕ[6].

La doppia firma, al dritto e al rovescio, è presente anche in diverse monete della monetazione di Syracusae[4].

Le monete, catalogate come van Keuren 8 e van Keuren 10, sono molto simili a van Keuren 7[7]. Differiscono, oltre che per la presenza della firma, perché in quest'ultima l'elmo è adornato con un ippocampo anziché con Scilla[6].

MetapontumModifica

La firma di Aristoxenos è presente anche in alcuni stateri appartenente alla monetazione di Metapontum. Le monete sono catalogate come HN Italy da 1516 a 1522

Il dritto presenta la testa di Demetra, con alcune varianti nell'acconciatura dei capelli.

Al rovescio è raffigurata la spiga di orzo che caratterizza tutte le emissioni di Metapontum.

La firma è presente in lettere minute in varie forme (ΑΡΙΣΤΟΞΕ, ΑΡΙ, ΡΙΣΤΟ, etc.) a volte al dritto ed altre al rovescio[8].

NoteModifica

  1. ^ Stazio (a)ad vocem.
  2. ^ Forrer (1906), p. 43.
  3. ^ Rossbachad vocem.
  4. ^ a b von Sallet, p. 14.
  5. ^ Imhoof-Blumer, p. 33, tavola 52, 2.
  6. ^ a b c HN Italy, 1373, 1374.
  7. ^  
    Statere di Heraclea
  8. ^ HN Italy, pp. 133-134.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Numismatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di numismatica