Apri il menu principale
Ascensore Magenta - Crocco
Ascensore Magenta Crocco Genova.png
Ingresso da Corso Magenta
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàGenova
Dati tecnici
Tipoascensore
Stato attualein servizio
Apertura1933
Portata30 passeggeri per cabina
GestoreAMT
Percorso
Stazione a valleCorso Magenta
Stazione a montevia Crocco, angolo via Cabrini
Numero di stazioni e fermate2
Tempo di percorrenza1,7 minuti
Dislivello49 m
InterscambioFunicolare Sant'Anna
Trasporto a fune

L'ascensore Magenta-Crocco è un impianto pubblico di risalita di Genova, sito nel quartiere di Castelletto. Esso costituisce la naturale prosecuzione della funicolare Sant'Anna, collegando corso Magenta, nei pressi della stazione a monte della funicolare, con via Antonio Crocco, nella parte superiore del quartiere[1].

Da Corso Magenta l'impianto si raggiunge tramite una galleria pedonale, dalla quale si raggiunge anche un piccolo ascensore privato in uso alla Antica Farmacia Sant'Anna[2]. Un secondo accesso alla stazione di valle dell'ascensore puo' essere usato anche come passaggio pedonale coperto per raggiungere la funicolare Sant'Anna dalla parte inferiore di via Acquarone[1].

Entrato in funzione nel 1933 con due cabine di legno e ferro, dopo alcuni passaggi di gestione passò nel 1966 a AMT Genova che lo gestisce tuttora. Nel 2007 è stato ammodernato e le antiche cabine sostituite con un moderno impianto[1].

StoriaModifica

I lavori di costruzione dell'impianto iniziarono per iniziativa privata nel 1929, quando gli edifici ai numeri 10, 12 e 14 di via Antonio Crocco erano gia stati realizzati e l'impresa che stava realizzando l'ascensore, l'Istituto Edile Immobiliare Genovese, era impegnata nella costruzione di alcuni palazzi signorili in salita Santa Maria della Sanità. Non volendo tuttavia occuparsi della gestione, l'impresa lo offri al Comune di Genova che lo acquistò per favorire il trasporto pubblico in una zona di nuova urbanizzazione che, altrimenti, non sarebbe stata raggiunta dalle linee urbane di trasporto. Il Comune gesti' direttamente l'impianto dal 1933 al 1947, quando ne affidò la gestione alla Società Anonima Funicolare Genovese, concessionaria della vicina Funicolare di Sant'Anna. Nel 1956 la gestione venne ancora assunta dal Comune, fino al passaggio nel 1966 all'Azienda Municipalizzata Trasporti, oggi AMT Genova. L'AMT ha provveduto ad ammodernarlo nel 1982, nel 1989 e nel 2007, quando il vecchio impianto è stato sostituito da uno di moderna concezione.[1]

CaratteristicheModifica

  • Dislivello complessivo: 49 metri
  • Cabine: 2
  • Capienza: 30 persone ciascuna
  • Velocità: 1,8 m/s
  • Tempo di percorrenza: 40 secondi
  • Impianto: STIGLER
  • Potenza del motore di trazione: 37 kW
  • Posizionamento argano: in alto con puleggia di frizione
  • Azionamento: tramite VVVF (inverter)
  • Numero funi: 10 del diametro di 18 mm
  • Catene di compensazione

NoteModifica

  1. ^ a b c d Corrado Bozzano, Roberto Pastore, Claudio Serra, Genova in salita, Genova, Nuova Editrice Genovese, 2014, p. 169.
  2. ^ Giampiero Orselli e Patrizia Traverso, Genova che scende e che sale, Genova, Il canneto, 2016, p. 201.

BibliografiaModifica

  • Corrado Bozzano, Roberto Pastore e Claudio Serra, Genova in salita, Nuova Editrice Genovese , Genova, 2014, pp. 169-171, ISBN 9788896430781
  • Giampiero Orselli e Patrizia Traverso, Ascensore Corso Magenta-Via Crocco, in Genova che scende e che sale, Il Canneto, Genova, 2015, pp. 201-202, ISBN 9788896430781.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica