Astana Arena

L'Astana Arena è uno stadio situato ad Astana, capitale del Kazakistan. È il secondo impianto sportivo più grande della nazione, dopo quello della città di Şımkent.

Astana Arena
Astana Arena (inside interior).JPG
Informazioni generali
StatoKazakistan Kazakistan
UbicazioneQabanbay Batyr, Astana
Inizio lavori2006
Inaugurazione3 luglio 2009
Costo185 milioni di $
ProprietarioMunicipalità di Astana
Progetto
Prog. strutturaleBuroHappold
Informazioni tecniche
Posti a sedere30000[1]
Pista d’atleticaNon presente
Mat. del terrenoErba sintetica
Dim. del terreno105m x 68m
Uso e beneficiari
CalcioAstana (2009-)
Mappa di localizzazione

La struttura è principalmente utilizzata per le partite interne dell'FC Astana. Ha inoltre ospitato la cerimonia di apertura dei VII Giochi asiatici invernali[2], ed è stata in lizza per ospitare alcune partite degli Europei 2020 di calcio[3].

StoriaModifica

La costruzione dell'Astana Arena è iniziata nel 2006. Il design dello stadio è stato progettato dallo studio di architettura Populous con la collaborazione dello studio Tabanlıoğlu[4].

L'impianto, costato 185 milioni di dollari[5], è stato inaugurato il 3 luglio 2009 in occasione di un incontro amichevole tra la Lokomotïv Astana (poi diventata FC Astana) e la Nazionale kazaka Under-21. La partita è stata arbitrata da Pierluigi Collina, e il simbolico calcio d'inizio fu dato dal Presidente Nursultan Äbişulı Nazarbaev. Ciascuna delle due squadre schierava due guest star invitate per l'occasione: la Nazionale giovanile poteva contare su Andrij Ševčenko e Kakhaber Kaladze, mentre il club annoverava tra le proprie fila i turchi Hakan Şükür e Hasan Şaş.

StrutturaModifica

L'Astana Arena può contenere 30 000 spettatori, tutti a sedere. È essenzialmente una struttura di forma ellittica a due livelli: quello inferiore circonda il campo e ha una capienza di circa 16 000 posti, mentre l'anello superiore sulle tribune laterali est e ovest è formato da circa 14 000 posti. Dispone di un tetto retrattile e di un terreno di gioco in erba sintetica[4].

NoteModifica

  1. ^ (ES) El Astana Arena, un estadio cuatro estrellas, su clubatleticodemadrid.com, clubatleticodemadrid.com, 27 agosto 2015. URL consultato il 28 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  2. ^ (EN) Astana-Arena ultra-modern stadium prepares enchanting show of Aziada-2011 opening ceremony - Director of sports complex V. Bobrovsky, su inform.kz, 21-07-2010.
  3. ^ Trentadue federazioni pensano a EURO 2020, su it.uefa.com, uefa.com, 20-05-2014.
  4. ^ a b (EN) Astana Stadium : Kazakhstan Arena, su e-architect.co.uk, 06-03-2014.
  5. ^ (EN) Sembol’s $185m Astana stadium opens, su kazworld.info, 27-07-2009.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica