Astura (fiume)

fiume del Lazio
Astura
Astura by-RaBoe 06.jpg
StatoItalia Italia
Regioni  Lazio
Province  Roma
  Latina
Lunghezza18 km, circa
Bacino idrografico385 km², circa
AffluentiFosso Della Crocetta, Fosso di Sant'Anatolia Rio Torto, Fosso Femmina Morta, Crocetta Basso, Fosso Caronte, Fosso Nocchia[1]
Sfociasul Mar Tirreno, nei pressi di Torre Astura
41°25′00.71″N 12°46′21.17″E / 41.416865°N 12.772548°E41.416865; 12.772548

Il fiume Astura è un corso d'acqua che scorre nel Lazio meridionale, nei pressi dell'Agro Pontino; lungo circa 18 chilometri, ha un bacino idrografico di circa 385 chilometri quadrati[1].

StoriaModifica

Anticamente il fiume traeva origine da numerosi corsi d'acqua che scendevano dal versante meridionale dei Colli Albani; in seguito alla bonifica dell'Agro Pontino, negli anni 1920-1930 tali fossi furono deviati e raccolti in un canale artificiale (Canale delle Acque Alte, già Canale Mussolini) che da allora intercetta tutti i rami sorgivi dell'antico Astura attraverso un allacciante[1].

L'Astura, che nel suo corso originario raggiungeva Campoverde, Satrico e un villaggio che portava lo stesso nome del fiume[1], è ricordato da Tito Livio (Ab Urbe condita libri, VIII, 13) e da Plinio il Vecchio (Naturalis historia, III, 57).

NoteModifica

  1. ^ a b c d S. Ceradini e M. Le Foche (a cura di), Sedimenti e biota del fiume Astura, in Progetto nazionale di monitoraggio acque superficiali, Arpa Lazio, pp. 5-6. URL consultato l'8 settembre 2015.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN304919984
  Portale Lazio: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Lazio