Apri il menu principale

Bambole di pezza

gruppo musicale italiano
Bambole di pezza
Paese d'origineItalia Italia
GenerePunk rock
Garage rock
Rock
Grunge
Periodo di attività musicale1997 – in attività
Album pubblicati2
Studio2
Live0
Raccolte0
Sito ufficiale

Le Bambole di pezza sono un gruppo musicale italiano garage rock formatosi a Milano nel 1997. Oltre all'impegno musicale punk rock, la band è sempre stata impegnata su tematiche femministe, sulla lotta contro la violenza di genere e contro il sessismo[1].

BiografiaModifica

1997-2003: Dagli esordi a Crash MeModifica

Le Bambole di pezza sono una band Rock milanese con una formazione esclusivamente al femminile; l'idea è nata nel 1997. Il gruppo iniziale ha subito vari cambiamenti fino a raggiungere un assestamento definitivo nella formazione composta da Morgana (chitarra), Aika (batteria), Dani (chitarra), Franka (basso) e Rox (voce)[1]. Le componenti del gruppo, chiamate semplicemente Bambole, pur svolgendo la loro attività principale a Milano, provengono da diverse zone dell'Italia: Sicilia, Campania, Marche, Piemonte e Lombardia.

Nel 2002, dopo 5 anni dalla fondazione, firmarono per la Tube Record, con cui pubblicarono il loro primo disco Crash Me. L'album presentava un punk rock energico ed ispirato al movimento Riot Grrl filtrati in salsa pop Prozac +[2], con canzoni ben variegate tra loro[3]. Per i singoli dell'album Le Streghe[4] e Rock'n'roll[5] furono poi girati i videoclip mandati in rotazione dai maggiori canali televisivi musicali italiani. Dopo l'album partì una lunga tournée, che le portò anche a supportare la band spagnola Ska-P nel loro tour italiano suonando in vari palazzetti dello sport[1].

Dal 2003 la band eseguì oltre 70 live all'anno. Fu poi nel maggio del 2003 che le Bambole di pezza parteciparono come guest star all'episodio "Il giorno del lupo" della serie televisiva L'ispettore Coliandro, interpretandoo la parte della band in cui suona Nikita, la protagonista dell'episodio, e suonando il brano "Le Streghe".

2004-2007:StrikeModifica

Nel 2004 le Bambole di pezza passarono alla Alternative Produzioni con cui pubblicarono l'album Strike, che vedeva anche la cover ironica del brano Freeway dei Beehive, la band della serie TV Kiss Me Licia[6]. Il suono, registrato in presa diretta[7], risultava sicuramente più viscerale ed energico rispetto al primo album[8] riprendendo spesso sonorità più sixties e proto-punk[1]. Il videoclip era tratto invece dall'omonimo singolo[9] in rotazione su diverse emittenti musicali come MTV, Rock TV, All Music, per poi essere ospiti nel 2005 sul programma I love Rock’n’Roll di All Music[10]. Nello stesso anno furono poi ospiti nel programma Markette, condotto da Piero Chiambretti su La7.

Impegnate da sempre su tematiche femministe, nel 2005 le Bambole di pezza organizzarono un festival/tournée dal nome Rockgirls, che vedeva la partecipazione di varie band femminili e comprendeva uno spazio dedicato alle associazioni che sostengono le problematiche legate ai disturbi alimentari (anoressia nervosa e bulimia) e per la violenza sessuale. Nel 2005 e nel 2006 hanno poi preso parte a vari festival, sia italiani (Arezzo Wave, Venerelettrica) che europei (il Punk Italia berlinese, il VenusRock di Huy o il Nandrinfestival belga).

Nel 2007 hanno collaborato con il gruppo rap milanese Sano Business nella canzone "Cash In Black", dell'album Crossover.

È ancora inedito invece il video di Hardly Wait tratto da una cover di PJ Harvey) e girato da Paolo Ferrari (Tiromancino, Eterea Post Bong Band, Torquemada)[11].

Le Bambole di pezza si riunirono nel 2014 per celebrare i 10 anni dall'uscita del loro album ultimo album Strike[1].

FormazioneModifica

DiscografiaModifica

AlbumModifica

CompilazioniModifica

  • 2002 - Rock Sound Speciale Punk Rock 11 con il brano Le Streghe (CD, Rock Sound)
  • 2003 - Musiche Per Lavoratori Flessibili - Vol. 1 con il brano Crash Me (CD, Alai)
  • 2003 - Eskalibur Volume Uno con il brano Stato Puro D'Odio (CD, Eska Records)
  • 2003 - Punk & Contaminazioni 3 con il brano Vieni Con Me (CD, Sana Records)
  • 2004 - Punk It! con il brano Stato Puro D'Odio (CD, Rude Records)

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Fulvio De Vilpinto, Bambole di pezza e Le Streghe son tornate, su punkadeka.it, 28 Marzo 2014.
  2. ^ Paolo Giovanazzi, Crash Me (recensione), su rockol.it, 21 Settembre 2002.
  3. ^ Crash Me (recensione), su punkadeka.it.
  4. ^   Bambole di pezza _ Le Streghe, su Youtube, 5 Febbraio 2007, a 0 min 00 s. URL consultato il 19 Giugno 2019.
  5. ^   Bambole di pezza _ Rock & Roll, su Youtube, 23 Dicembre 2011, a 0 min 00 s. URL consultato il 19 Giugno 2019.
  6. ^ Strike (recensione), su rockol.it.
  7. ^ Patrizio Longo, Strike (recensione), su patriziolongo.com, 11 Marzo 2004.
  8. ^ Pasquale Boffoli, Strike (recensione), su freakoutmagazine.it, 5 Gennaio 2004.
  9. ^   Bambole di pezza _ Strike, su Youtube, 5 Febbraio 2007, a 0 min 00 s. URL consultato il 19 Giugno 2019.
  10. ^ Le Bambole di Pezza su "I love Rock n roll", su rockit.it, 4 febbraio 2005.
  11. ^   Bambole di pezza _ Hardly Wait, su Youtube, 5 Febbraio 2007, a 0 min 00 s. URL consultato il 19 Giugno 2019.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk