Apri il menu principale

Battista Spinola

doge della Repubblica di Genova
Battista Spinola

Doge della Repubblica di Genova
Durata mandato 4 gennaio 1531 –
4 gennaio 1533
Predecessore Oberto Cattaneo Lazzari
Successore Battista Lomellini

Battista Spinola (Genova, 1472Genova, 1539) fu il 47º doge della Repubblica di Genova.

BiografiaModifica

 
Stemma nobiliare degli Spinola

Figlio di Tommaso Spinola e Giacomina Doria, appartenente al ramo familiare degli Spinola di San Luca, nacque a Genova nel 1472.

Salì al dogato il 4 gennaio del 1531, la seconda in successione biennale e la quarantasettesima nella storia della repubblica, dopo la gestione del predecessore Oberto Cattaneo Lazzari. Il suo mandato terminò, come da scadenza, il 4 gennaio 1533. Nel suo mandato istituì il Magistrato dell'Abbondanza e incaricò l'annalista Giovanni Partenopeo di redigere gli Annali della Repubblica dal 1520 al 1541.

Amante della letteratura ne promosse la diffusione nel capoluogo genovese.

Alla sua morte, avvenuta a Genova nel 1539, la salma fu tumulata all'interno dell'abbazia di San Nicolò del Boschetto.

Battista Spinola ebbe due mogli: Maria De Marini e Tommasina Lomellini. Da entrambi ebbe due sole figlie: Perinetta Spinola, in sposa a Luca Grimaldi di Gerolamo, e Luigia Spinola dalla seconda moglie che andò in sposa a Girolamo Doria (figlio di Andrea Doria e, dopo la morte della consorte, cardinale).

BibliografiaModifica

  • Sergio Buonadonna, Mario Mercenaro, Rosso doge. I dogi della Repubblica di Genova dal 1339 al 1797, Genova, De Ferrari Editori, 2007.