Apri il menu principale
Bazar coperti di Bukhara
Toqi Telpakfurushon from the north.jpg
Uno degli ingressi del Taki-Telpak Furushon
Localizzazione
StatoUzbekistan Uzbekistan
CittàBukhara
Quartierecentro storico
Informazioni generali
TipoBazar
Collegamenti
FineXVI secolo
UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Centro storico di Bukhara
(EN) Historic Centre of Bukhara
Bokhara1909.jpg
TipoCulturali
Criterio(ii) (iv) (vi)
PericoloNon in pericolo
Riconosciuto dal1993
Scheda UNESCO(EN) Scheda
(FR) Scheda

I bazar coperti di Bukhara sono una serie di bazar collegati nella parte storica di Bukhara, Uzbekistan.

Indice

I bazarModifica

La costruzione di questi bazar risale al XVI secolo quando la città divenne capitale sotto la dinastia degli Shaybanidi. Per un centro come Bukhara, punto di scambio di merci lungo la via della seta, questi bazar erano un fattore di estrema vivacità. Lungo le direttrici principali si contano diversi bazar:

  • Taki-Sarrafon
  • Taki-Telpak Furushon
  • Taki-Zargaron
  • Tim Abdullakhan

Taki-SarrafonModifica

Questo bazar si trova non troppo lontano dal Lyab-i Hauz e era il bazar dei cambiavalute. Venne costruito verso la fine del XVI secolo, laddove sorgeva un aryk.[1] (mappa)

Taki-Telpak FurushonModifica

Era in origine il bazar dei cappellai. Una delle strutture interne più in evidenza è senza dubbio la grande cupola sferica di 14,5 m di diametro dove si concentrano la maggior parte dei negozi.[1] (mappa)

Taki-ZargaronModifica

La parola zargaron significa "gioielli", infatti questo era il bazar dei gioiellieri con 36 negozi. Secondo le cronache di Khafizi Tanysh nel 1569-70 esso era il più antico e importante bazar della città.[1] (mappa)

Tim AbdullakhanModifica

Anche questo bazar è ricco di attività commerciali, tuttavia la struttura più bella è la cupola che caratterizza questo bazar.[1] (mappa)

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d PageTour - Private collection, Uzbekistan, Bukhara Map, Madrasah, Mosque, Ensemble, Mausoleum, Ark, Kalyan, Minaret, su www.pagetour.org. URL consultato il 4 marzo 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Uzbekistan: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Uzbekistan