Benteler

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Benteler (disambigua).
Benteler International
Logo
StatoAustria Austria
Altri statiGermania Germania
Forma societariaAktiengesellschaft
Fondazione1876
Sede principaleSalisburgo
Persone chiaveRalf Göttel, CEO
Guido Huppertz, CFO
Isabel Diaz Rohr, Mitglied des Vorstandes
SettoreSiderurgico
Fatturato8,072 Mrd. EUR[1] (2018)
Dipendenti30.000[1] (2018)
Sito webwww.benteler.de/

La Benteler International AG (BENTELER) è una società tedesca con sede austriaca a Salisburgo dal 2010. Produce materiale siderurgico per l'industria automobilistica e servizi ingegneristici.[2] La proprietà della holding è della famiglia Benteler.

Il gruppo è suddiviso in tre divisioni Benteler Automotive, Benteler Steel/Tube e Benteler Distribution. In Germania ha sede a Paderborn, la Benteler Business Services GmbH (fino al 2016 Benteler Deutschland GmbH[3]).[4] Il gruppo occupa 30.000 persone nel mondo in 141 sedi in 38 nazioni, 9.000 nella sola Germania (al 2018).[5]

StoriaModifica

Fondazione, primo tubo e sviluppo della produzioneModifica

Carl Benteler apre nel 1876 un commercio di casalinghi a Bielefeld, dal 1908 con il figlio Eduard Benteler. Questi nel 1916 comprano una azienda di meccanica, che nel 1918 produce il loro primo tubo d'acciaio. Nel 1922 Eduard Benteler fonda la Benteler-Werke Aktiengesellschaft, con la produzione dal 1923 a Paderborn e Schloß Neuhaus. Nel 1935 arriva la prima grossa commessa per l'auto: Benteler produce i tubi per il gas di scarico della Ford Eifel. Durante la seconda guerra mondiale avviene l'appoggio alla militarizzazione con la produzione del cannone antiaereo 2-cm-Flak 38 e del 2-cm-Flak-Vierling 38, fino al 1944 anno di un bombardamento sulla fabbrica.[6]

Dopo la guerra i figli Benteler Erich e Helmut continuarono l'attività come fornitori per l'industria automobilistica. Nel sito del Militärflughafens Paderborn-Mönkeloh Benteler con il costruttore di auto Hermann Holbein dal 1950 al 1952 costruì circa 2000 esemplari di auto „Champion“. Per un breve periodo anche la marca Delta venne prodotta.[7]

Il logo Bentler a forma triangolare è stato creato nel 1949. Simboleggia i tre figli di Eduard Bentelers, Ilse, Erich e Helmut.

Consolidamento e sviluppo dei settoriModifica

Steel/TubeModifica

Nel 1955 viene creata la prima linea di produzione di acciaio, e nel 1958 la prima linea al mondo a colata continua.[8]

AutomotiveModifica

Nel 1977 viene creata a Paderborn-Talle la prima linea di produzione di assali per automobili. Nel 1985 viene creata la prima linea a transfer per la produzione di assali posteriori.

Nel 1979 apre la prima società negli USA. Dal 1991 specializzata nel just in time.[6]

DistribuzioneModifica

Nel 1957 nasce a Berlino il primo magazzino di acciai e tubi, oggi divisione Benteler Distribution.

ProdottiModifica

SettoriModifica

AutomotiveModifica

  • Chassis & Moduls: telai e assali
  • Structures: strutture in acciaio e alluminio
  • Engine & Exhaust Systems: parti motore e sistemi di scarico
  • Electro-Mobility
  • Mechanical Engineering
  • Lightweight Protection

Acciaio/TubiModifica

  • Energy: per impianti di estrazione gas metano[9] e industria chimica
  • Automotive
  • Industry

DistributionModifica

Benteler Distribution commercializza i tubi in tutto il mondo, con oltre 1.500 persone impiegate in 50 sedi e 30 nazioni.

Glass Processing EquipmentModifica

La società produce impianti per la produzione di vetro.[10]

NoteModifica

  1. ^ a b Geschäftsbericht 2018 (PDF), su benteler.com. URL consultato il 22 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 27 marzo 2019).
  2. ^ Florian Brückner, Benteler – ein Erfolgsmodell aus Paderborn, su handelsblatt.com, 16 febbraio 2010. URL consultato il 22 marzo 2018.
  3. ^ Handelsregisterauszug Benteler Business Services GmbH, su online-handelsregister.de. URL consultato il 22 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 27 marzo 2019).
  4. ^ Markus Plate, Torsten Groth, Volker Ackermann, Arist v. Schlippe, [[1] Große deutsche Familienunternehmen], Göttingen, Vandenhoeck & Ruprecht, 2011, p. 76, ISBN 978-3-525-40338-9.
  5. ^ Geschäftsbericht 2018 Benteler (PDF), su benteler.com, 15 marzo 2019. URL consultato il 27 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 27 marzo 2019).
  6. ^ a b Plate, Groth, Ackermann, v. Schlippe, Große deutsche Familienunternehmen, su books.google.de, p. 74.
  7. ^ Jochem Schulze, Warum Paderborn keine Autostadt wurde, su nw.de, 10 luglio 2017. URL consultato il 22 marzo 2018.
  8. ^ Benteler Steel/Tube – Maßgeschneiderte Rohrlösungen (PDF), su benteler-steeltube.com. URL consultato il 22 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2018).
  9. ^ Energy – OCTG/Line Pipe, su benteler-steeltube.com. URL consultato il 22 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 18 giugno 2018).
  10. ^ BENTELER Glass Processing Equipment, su benteler.com. URL consultato il 27 marzo 2019.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE7767815-1