Apri il menu principale

Giuseppe Berti (Carrara, 1926Roma, 29 aprile 2010) è stato un giornalista italiano. Fu vice direttore del TG2 e direttore dei servizi sportivi dello stesso.

BiografiaModifica

Nacque nel 1926 in uno dei palazzi di Via del Plebiscito a Carrara[1]. Discendente d'una famiglia signorile Carrarese che fu storicamente al servizio degli Asburgo dei Bonaparte e dei Savoia e tra cui si annoverano Pietro Marchetti e Pietro Tenerani, divenne, durante gli anni della Repubblica Sociale Italiana, ufficiale della Guardia Nazionale Repubblicana. Al termine della guerra fu arrestato; processato e accusato di essere nazionalsocialista, dichiarò di essere un individualista anarchico. Si trasferì a Roma nel dopoguerra e nel 1952 divenne giornalista professionista. Dopo una breve collaborazione con il MSI[2], divenne capocronista al Popolo di Roma, a La Tribuna ed a Italia Sera.

Entrò poi in Rai al Giornale Radio dove condusse con Sergio Giubilo Radio Sera. Nel 1976 divenne capo redattore centrale della redazione sportiva diretta da Maurizio Barendson del nascente TG2.

Nel 1978 succedette a Barendson come direttore.[3]

Nel 1990 fu nominato vice direttore del TG2.[4]

NoteModifica

  1. ^ È morto il giornalista Beppe Berti - Cronaca - il Tirreno, su iltirreno.gelocal.it. URL consultato il 20 settembre 2015.
  2. ^ Luigi Battioni, Memorie senza tempo: quando fondammo il MSI, Fergen, 1º gennaio 2009. URL consultato il 25 dicembre 2015.
  3. ^ Rai: è morto Beppe Berti, storica voce dello sport in radio, su Blitzquotidiano. URL consultato il 20 settembre 2015.
  4. ^ FNSI - Federazione Nazionale Stampa Italiana, FNSI - È morto Beppe Berti, in Rai raccontò lo sport, in FNSI - È morto Beppe Berti, in Rai raccontò lo sport. URL consultato il 3 dicembre 2016.
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie