Apri il menu principale

Bernardo Antonio de' Medici

vescovo cattolico e diplomatico italiano
Bernardo Antonio de' Medici
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Forlì
Vescovo di Cassano
 
Nato1476
Deceduto1552
 

Bernardo Antonio de' Medici (14761552) è stato un vescovo cattolico e ambasciatore italiano ed è considerato uno dei più autorevoli ambasciatori di Cosimo I de' Medici, duca di Toscana[senza fonte].

Stemma dei Medici

BiografiaModifica

Era figlio di Antonio e di Selvaggia di Felice del Beccuto, fu vescovo di Forlì dal 1528 fino al 1551, sicché spesso nelle fonti è citato solo con questo titolo "il Vescovo di Forlì"[1]. Il 23 ottobre 1551 fu trasferito alla diocesi di Cassano.

Cosimo I de' Medici lo incaricò, nel 1537, della delicata missione di ottenere da Carlo V d'Asburgo la conferma della propria successione al Ducato, dopo la morte di Alessandro.

Lo stesso anno, fu inviato in Francia ed a Genova. Nel 1539 fu ambasciatore a Napoli. Nel 1540, fu uno dei fondatori dell'Accademia degli Umidi.

Bernardo fu inviato anche in Francia, dal re Francesco I nel 1544-1545, e di nuovo da Carlo V nel 1547, presso cui rimase fino al 1551.

Inviato di nuovo da Carlo V nel 1552, proprio quell'anno morì.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica