Bernardo Bandini Baroncelli

mercante italiano
(Reindirizzamento da Bernardo Bandini)
Disegno del cadavere di Bernardo Bandini, Leonardo da Vinci (1479), il quale assisté all'impiccagione.

Bernardo Bandini Baroncelli (Firenze, 15 gennaio 1420Firenze, 29 dicembre 1479) è stato un mercante italiano, noto per aver avuto un ruolo fondamentale nella Congiura dei Pazzi.

Indice

BiografiaModifica

È stato l'assassino di Giuliano de' Medici, fratello minore di Lorenzo il Magnifico, ucciso il 26 aprile 1478. Bandini fu uno degli artefici della famosa Congiura dei Pazzi. Poco prima della congiura, consumatasi nella cattedrale di Santa Maria del Fiore a Firenze, i traditori si erano accorti della mancanza di Giuliano, il quale si era trattenuto nella sua dimora a causa di un malessere. Bernardo Bandini Baroncelli, assieme al suo padrone, Francesco de' Pazzi, si era recato al palazzo dei Medici per prendere Giuliano. Durante il ritorno continuava ad abbracciarlo fingendo una grande amicizia solamente per controllare se fosse munito di coltello e armatura, che, nella fretta di prepararsi, non aveva portato con sé. Bandini sferrò la prima coltellata al fratello minore di Lorenzo, e, con Francesco Pazzi, terminò il suo compito portando il giovane alla morte. Venne arrestato a Costantinopoli il 23 dicembre 1479 e impiccato il 29 dicembre nel palazzo del Bargello con ancora indosso il costume turco (alla turchesca) da fuggiasco.[1]

Bernardo Bandini è stato uno dei tanti padroni della stirpe dei Bandini ad abitare nella Villa del Bandino del borgo del Bandino a Firenze, dalla cui famiglia il luogo mutuò la denominazione.

NoteModifica

  1. ^ Croniche, p. 195

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica