Billy Bauer

chitarrista statunitense

Billy Bauer (New York, 14 novembre 191516 giugno 2005) è stato un chitarrista jazz statunitense.

Billy Bauer
Bauer nel 1946
NazionalitàBandiera degli Stati Uniti Stati Uniti
GenereJazz
Strumentochitarra
Sito ufficiale

Biografia modifica

William Henry Bauer nasce a New York nel 1915. Inizia da bambino a suonare l’ukulele, per poi passare al banjo e infine alla chitarra[1][2]. È uno dei pionieri della chitarra elettrica, suonando questo strumento già alla fine degli anni ‘30.

Il nome di Bauer si afferma nella scena newyorkese in seguito alla collaborazione con Woody Herman, nell’orchestra First Herd, in cui suona dal 1944 al 1946. Nello stesso periodo suona nelle piccole formazioni di Chubby Jackson e Flip Phillips, in cui sviluppa il suo linguaggio solistico. Collabora brevemente anche con Benny Goodman (nel 1948) e Charlie Parker (in alcune Metronome All-Stars session, e per una registrazione a nome di Parker nel 1954).

La collaborazione tuttavia più significativa di Bauer è quella con il pianista Lennie Tristano: inizialmente in trio (1946/47) e da fine 1949 in sestetto, con i due sassofonisti Lee Konitz e Warne Marsh. Bauer e Tristano godono di una notevole intesa, che consente loro di improvvisare con estrema libertà, spesso anche simultaneamente. Bauer si emancipa completamente dal ruolo del chitarrista ritmico, mostrando le sue capacità in termini armonici e di linguaggio solistico. Tra i lavori più importanti del sestetto va citata la sessione in studio del 1949 (pubblicata nella raccolta Crosscurrent), in cui sono presenti i brani “Intuition” e “Digression”, due pionieristici esempi di improvvisazione informale. Bauer continuerà in seguito la collaborazione con Lee Konitz. Particolarmente significativi sono i brani in duo, tra cui “Duet for Saxophone and Guitar”, scritto da Bauer e registrato nel 1951.

Nel 1956 registra come leader il disco Plectrist, per l’etichetta Verve. È il suo unico lavoro da solista, per tutto il resto della sua carriera riveste il ruolo di sideman (Sideman sarà il titolo della sua autobiografia).

Muore di polmonite a New York, all’età di 89 anni[3].

Note modifica

  1. ^ Jim Ferguson e Barry Kernfeld, The New Grove Dictionary of Jazz, a cura di Barry Kernfeld, vol. 1, 2nd, New York, Grove's Dictionaries Inc., 2002, p. 163, ISBN 1-56159-284-6.
  2. ^ Jason Ankeny, Billy Bauer, Allmusic.
  3. ^ Peter Keepnews, Billy Bauer, 89, an Early Modern Jazz Guitarist, Dies, in The New York Times, 23 giugno 2005, p. C 20. URL consultato il 15 febbraio 2021.

Bibliografia modifica

  • Steven P. Beck, Billy Bauer: A Life in the Bebop Guitar Business, Newark, New Jersey, 2014

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN71577030 · ISNI (EN0000 0000 6637 2940 · SBN UBOV556362 · Europeana agent/base/84528 · LCCN (ENn94026635 · GND (DE120576279 · BNE (ESXX1583372 (data) · BNF (FRcb138912416 (data) · J9U (ENHE987007315106305171 · WorldCat Identities (ENlccn-n94026635