Biman Bangladesh Airlines

Compagnia aerea del Bangladesh
Biman Bangladesh Airlines
Logo
Biman Bangladesh Airlines Boeing 777-300ER S2-AFO DAC 2011-11-8.png
StatoBangladesh Bangladesh
Fondazione4 gennaio 1972 a Dacca
Sede principaleDacca
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Slogan«Wings of Your Freedom»
Sito webwww.biman-airlines.com
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATABG
Codice ICAOBBC
Indicativo di chiamataBANGLADESH
Primo volo4 febbraio 1972
HubDacca
Frequent flyerBiman Loyalty Club
Flotta18 (nel 2020)
Destinazioni25 (nel 2020)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

La Biman Bangladesh Airlines è la compagnia aerea di bandiera del Bangladesh, fondata nel 1972, che opera con voli nazionali e internazionali; l'hub è a Dacca (Aeroporto Internazionale Shahjalal), mentre le basi sono situate a Chittagong (Aeroporto Internazionale Shah Amanat) e a Sylhet (Aeroporto Internazionale Osmani).

StoriaModifica

La compagnia è stata fondata il 4 gennaio 1972 in seguito all'indipendenza del paese e ha iniziato ad operare i primi voli un mese esatto dopo con un Douglas DC-3; in seguito ad un incidente occorso a questo velivolo[1] sono stati introdotti in flotta diversi Fokker F27[2] e un Douglas DC-6[3]; il 4 marzo 1972 ha ricevuto il primo di quattro Boeing 707 con il quale ha operato voli di medio e lungo raggio; ha ricevuto il suo primo Fokker F28 nel 1981 e nel 1983 ha iniziato a sostituire i Boeing 707 con tre Douglas DC-10. A fine anni '80 si ritrova ad affrontare una profonda crisi economica dovuta ad aumento dei costi di manutenzione degli aeromobili, aumento del prezzo del petrolio, al mantenimento di rotte non profittevoli e a una dirigenza corrotta[4]. Nel 1990 ha iniziato ad operare con tre British Aerospace BAe ATP in sostituzione dei Fokker F27 e nel 1996 ha ricevuto i primi due Airbus A310 da operare a fianco dei DC-10 sui voli a lungo raggio; a causa di diversi problemi relativi alla manutenzione e all'affidabilità dei BAe ATP, nel 2003 la compagnia ha noleggiato due Boeing 737-300[5]. Nel 2004, a causa della prolungata situazione di difficoltà economica, il governo del Bangladesh ha provato a vendere 40% della compagnia ad altre compagnie aeree estere, ottenendo però solo un'offerta da una compagnia aerea australiana non precisata, ritenuta insoddisfacente[6].

Nel 2007 il governo ha approvato un piano di pensionamenti anticipati per ridurre il personale[7] e la trasformazione della compagnia in una società per azioni. In seguito a questa trasformazione la compagnia ha manifestato l'interesse nel rinnovare la propria flotta a lungo raggio, a cui ha dato seguito nel 2008 l'acquisto di 4 Boeing 777-300ER, 4 Boeing 787-8 e 2 Boeing 737-800 con altri 2 in opzione[8], noleggiando nel frattempo due Boeing 777-200. Il 20 febbraio 2014 Biman ha dismesso il suo ultimo DC-10, che era l'unico DC-10 passeggeri rimasto in attività, offrendo nove voli panoramici sopra Birmingham[9]; nell'ottobre del 2016 ha dismesso gli A310.

FlottaModifica

A luglio 2020 la flotta di Biman Bangladesh Airlines ha un'età media di 7 anni e comprende i seguenti aeromobili:[10]

Aereo In servizio Ordini Passeggeri Notes
C W Y Totale
Boeing 737-800 6 12 150 162 2 in leasing da GECAS, 2 in leasing da ALAFCO
Boeing 777-300ER 4 35 384 419
Boeing 787-8 4 24 247 271
Boeing 787-9 2 30 21 247 298
Bombardier Dash 8 Q400 2 5[11] 74 74 1 in leasing da Smart, 1 in leasing da NAC

Consegne previste entro il 2021

Totale 18 5

IncidentiModifica

  • Il 10 febbraio 1972 l'unico aereo in flotta, un DC-3, si è schiantato presso Dacca durante un volo di addestramento, uccidendo tutti i 5 membri dell'equipaggio.[1]
  • Il 5 agosto 1984 il Fokker F27 S2-ABJ si è schiantato in uno specchio d'acqua a 500 metri dalla testata della pista 14 dell'Aeroporto di Dacca dopo avere effettuato due go around sulla pista 14 e sulla pista 32, uccidendo tutti i 4 membri dell'equipaggio e i 45 passeggeri a bordo, il che lo rende il più grave incidente aereo verificatosi in Bangladesh.[12]
  • Il 1 luglio 2005 il Douglas DC-10-30 S2-ADN operante il volo BG 048 da Dubai a Dacca con scalo intermedio a Chittagong è scivolato fuori dalla pista 23 di Chittagong a causa di condizioni meteo avverse, subendo il collasso del carrello posteriore destro e il distacco del motore n. 3; non si verificarono vittime, ma l'aereo venne dismesso a causa degli ingenti danni subiti.[13]
  • Il 24 febbraio 2019 il volo Biman Bangladesh Airlines 147, operato dal Boeing 737-800 S2-AHV, da Dacca a Dubai con scalo a Chittagong ha subito un dirottamento nella prima fase del volo, quando un uomo armato di pistola giocattolo si è diretto verso la cabina di pilotaggio chiedendo di parlare con il Primo Ministro Sheikh Hasina. L'aereo è atterrato in sicurezza a Chittagong dove è stato attaccato dalle forze speciali dopo il fallimento di una trattativa con il dirottatore, rimasto ucciso. Nello scontro a fuoco una assistente di volo è rimasta ferita.[14]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Harro Ranter, ASN Aircraft accident Douglas DC-3 registration unknown Dhaka, su aviation-safety.net. URL consultato il 7 luglio 2020.
  2. ^ Biman Bangladesh Airlines, The History of Biman Bangladesh Airlines, in Jatri, gennaio 1987.
  3. ^ (EN) 1973 | 0748 | Flight Archive, su web.archive.org, 10 maggio 2013. URL consultato il 7 luglio 2020 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2013).
  4. ^ (EN) BBC NEWS | South Asia | Airline's 'lonely hearts' tactic, su web.archive.org, 1º settembre 2011. URL consultato il 7 luglio 2020 (archiviato dall'url originale il 1º settembre 2011).
  5. ^ (EN) The Daily Star Web Edition Vol. 5 Num 992, su archive.thedailystar.net. URL consultato il 7 luglio 2020.
  6. ^ (EN) Biman’s call for strategic partner flops, su newagebd.com, 18 novembre 2006. URL consultato il 7 luglio 2020 (archiviato dall'url originale il 14 novembre 2007).
  7. ^ (EN) The Daily Star Web Edition Vol. 5 Num 1086, su archive.thedailystar.net. URL consultato il 7 luglio 2020.
  8. ^ (EN) Boeing, Biman Bangladesh Airlines Sign Deal for 777s, 787s, su boeing.com, 22 aprile 2008. URL consultato il 7 luglio 2020 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2012).
  9. ^ (EN) Brett Gibbons, Final DC-10 flight to take off from Birmingham, su birminghammail, 24 febbraio 2014. URL consultato il 7 luglio 2020.
  10. ^ Biman Bangladesh Airlines Fleet Details and History, su www.planespotters.net. URL consultato il 7 luglio 2020.
  11. ^ (EN) Ashiqur Rahman, 5 more Dash 8 Q400 aircraft for Biman by 2021, su The Bangladesh Defence Analyst. URL consultato il 7 luglio 2020.
  12. ^ Harro Ranter, ASN Aircraft accident Fokker F-27 Friendship 600 S2-ABJ Dhaka-Zia International Airport (DAC), su aviation-safety.net. URL consultato il 7 luglio 2020.
  13. ^ Harro Ranter, ASN Aircraft accident McDonnell Douglas DC-10-30ER S2-ADN Chittagong-Shah Amanat International Airport (CGP), su aviation-safety.net. URL consultato il 7 luglio 2020.
  14. ^ Harro Ranter, ASN Aircraft accident Boeing 737-8E9 (WL) S2-AHV Chittagong-Shah Amanat International Airport (CGP), su aviation-safety.net. URL consultato il 7 luglio 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN151372561 · LCCN (ENn88035768 · WorldCat Identities (ENlccn-n88035768