Bradypus torquatus

specie di animale della famiglia Bradypodidae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Bradipo dal cappuccio
Bradypus torquatus BCN.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Pilosa
Famiglia Bradypodidae
Genere Bradypus
Specie B. torquatus
Nomenclatura binomiale
Bradypus torquatus
Illinger, 1811
Sinonimi

Scaeopus torquatus
Couto, 1979

Area di distribuzione

Maned Sloth area.png

Il bradipo dal cappuccio (Bradypus torquatus) chiamato in lingua locale Ai, è una specie di bradipo sudamericano.

DescrizioneModifica

Misura fino a 50 cm e pesa fino a 5 kg.

Come tutti i bradipi, ha una testa piuttosto piccola con orecchio esterno quasi assente e coda piccola e seminascosta dalla pelliccia.

La pelliccia di questo bradipo è ruvida e folta e spesso colonizzata da alghe, acari, zecche, scarafaggi ed addirittura da alcune falene.

Deve il nome al colore scuro della pelliccia attorno alla faccia, il collo e le spalle. Il resto della pelliccia è grigiastro.

Sul terreno si trascina con le zampe anteriori ed è formidabilmente lento. È un ottimo nuotatore.

In caso di pericolo, il bradipo dal cappuccio rimane immobile, a volte si appallottola, confidando nel potere mimetico della sua pelliccia. Se messo alle strette, però, può infliggere colpi con i lunghi artigli delle zampe anteriori.

Distribuzione e habitatModifica

Il bradipo dal cappuccio vive solitario sugli alberi della foresta pluviale atlantica degli stati di Bahia, Espírito Santo e Rio de Janeiro nel Brasile orientale, spesso sugli alberi di Cecropia. Questi animali scendono a terra solo per defecare, oppure per raggiungere un altro albero, nel caso l'operazione non sia possibile andando di ramo in ramo.

ConservazioneModifica

La Zoological Society of London, in base a criteri di unicità evolutiva e di esiguità della popolazione, considera Bradypus torquatus una delle 100 specie di mammiferi a maggiore rischio di estinzione.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Chiarello, A., Lara-Ruiz, P. & members of the Edentate Specialist Group 2006, Bradypus torquatus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Foto di Bradypus torquatus (JPG), su neomorphus.com. URL consultato il 30 dicembre 2006 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2007).
  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi