Buronzo

comune italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Buronzo (disambigua).
Buronzo
comune
Buronzo – Stemma
Buronzo – Veduta
Veduta del castello e della parrocchiale
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Vercelli-Stemma.svg Vercelli
Amministrazione
SindacoLorenzo Gozzi (lista civica) dal 24-5-2019
Territorio
Coordinate45°29′N 8°16′E / 45.483333°N 8.266667°E45.483333; 8.266667 (Buronzo)Coordinate: 45°29′N 8°16′E / 45.483333°N 8.266667°E45.483333; 8.266667 (Buronzo)
Altitudine189 m s.l.m.
Superficie25,08 km²
Abitanti849[1] (31-12-2019)
Densità33,85 ab./km²
Comuni confinantiBalocco, Carisio, Castelletto Cervo (BI), Gifflenga (BI), Masserano (BI), Mottalciata (BI), Rovasenda, San Giacomo Vercellese, Villanova Biellese (BI)
Altre informazioni
Cod. postale13040
Prefisso0161
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT002021
Cod. catastaleB280
TargaVC
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantiburonzesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Buronzo
Buronzo
Buronzo – Mappa
Posizione del comune di Buronzo all'interno della provincia di Vercelli
Sito istituzionale

Buronzo (Burons /by'runs/ in piemontese) è un comune italiano di 849 abitanti della provincia di Vercelli in Piemonte.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

  • Castello
 Lo stesso argomento in dettaglio: Castello di Buronzo.
  • Chiesa parrocchiale di Sant'Abbondio
 Lo stesso argomento in dettaglio: Chiesa di Sant'Abbondio (Buronzo).
  • Chiesetta di San Rocco
  • Chiesetta di San Giovanni

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[2]

Infrastrutture e trasportiModifica

La Stazione di Buronzo, posta lungo la ferrovia Santhià-Arona, fu attivata nel 1905[3] e dal 2012 risulta senza traffico per effetto della sospensione del servizio sulla linea imposta dalla Regione Piemonte[4].

Tra il 1890 e il 1933 Buronzo fu servito dalla tranvia Vercelli-Biella.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2019.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28 dicembre 2012.
  3. ^ Mario Matto, Santhià e la ferrovia, una storia che dura da 150 anni, Editrice Grafica Santhiatese, Santhià 2006. ISBN 88-87374-95-3.
  4. ^ redazionale, Servizio con autobus sulle ferrovie a bassa frequentazione, in Piemonte Informa, 16 giugno 2012. URL consultato il 17 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 13 ottobre 2013).

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN139710987
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte