Butano

composto chimico
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'isomero, vedi Isobutano.
Butano
formula di struttura
modello molecolare
Nome IUPAC
butano
Nomi alternativi
n-butano
R-600
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC4H10
Massa molecolare (u)58,1
Aspettogas incolore
Numero CAS106-97-8
Numero EINECS203-448-7
PubChem7843
SMILES
CCCC
Proprietà chimico-fisiche
Densità (kg·m−3, in c.s.)2,735
Temperatura di fusione−138,3 °C (134,9 K)
Temperatura di ebollizione−0,4 °C (272,7 K)
ΔebH0 (kJ·mol−1)21
Punto critico152 °C
37,96 bar
Tensione di vapore (Pa) a 293 K2,1×105
Proprietà termochimiche
ΔfH0 (kJ·mol−1)−126
S0m(J·K−1mol−1)310
C0p,m(J·K−1mol−1)97
Indicazioni di sicurezza
Punto di fiamma−60 °C (213 K)
Limiti di esplosione1,5 - 8,5% vol.
Temperatura di autoignizione365 °C (638 K)
Simboli di rischio chimico
estremamente infiammabile gas compresso
pericolo
Frasi H220 - 280
Consigli P210 - 377 - 381 - 403 [1]

Con il termine butano ci si riferisce ad un qualunque alcano avente formula bruta C4H10 o per antonomasia all'isomero lineare, chiamato più propriamente n-butano[2] o ad una qualunque miscela dei due isomeri strutturali (n-butano e isobutano) corrispondenti a tale formula.

Il butano si ottiene per distillazione frazionata dal petrolio e dal gas naturale.

Caratteristiche strutturali e fisicheModifica

A temperatura e pressione ambiente è un gas incolore ma meno inodore del propano, essendo tuttavia molto facile da liquefare (avendo una temperatura di liquefazione prossima a 0 °C). Essendo un idrocarburo, e quindi una molecola apolare, il butano è insolubile in acqua.

Il butano commerciale è caratterizzato da un particolare odore sgradevole al fine di aumentarne la riconoscibilità nell'aria.

ApplicazioniModifica

Avendo un elevato potere calorifico, viene usato generalmente sotto forma di GPL (miscelato con propano) come carburante per automobili e come combustibile, sia per usi domestici che industriali, nonché per alimentare fornelli e lampade da campeggio.

Identificato dalla sigla R600, trova impiego anche come fluido refrigerante in sostituzione dei freon, sottoposti a Phase-down dalla normativa F-gas[3] (essendo nocivi per l'ambiente), ma il suo principale utilizzo industriale è la produzione di prodotti chimici di base, ad esempio come reagente per la produzione di butadiene e acido acetico.[4]

È usato anche come additivo alimentare come antiossidante specialmente in alcuni prodotti fritti e congelati.[5]

NoteModifica

  1. ^ scheda del butano su IFA-GESTIS Archiviato il 16 ottobre 2019 in Internet Archive.
  2. ^ leggi: normal-butano
  3. ^ L_2014150IT.01019501.xml, su eur-lex.europa.eu. URL consultato l'11 maggio 2018.
  4. ^ (EN) Thermopedia, "n-butane"
  5. ^ Food Republic: 6 Ingredients You May Not Want In Your Food

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 31119 · LCCN (ENsh85018352 · GND (DE4435182-3 · BNF (FRcb11944370n (data) · NDL (ENJA00575421
  Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia