CNET

sito web che si occupa di elettronica di consumo americano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il centro di ricerca francese, vedi Centre national d'études des télécommunications.
CNET
sito web
Logo
URLcnet.com/
Tipo di sitoTecnologia e giornalismo
LinguaInglese
RegistrazioneOpzionale
Commerciale
ProprietarioViacomCBS Streaming
Creato daHalsey Minor e Shelby Bonnie
Lancio5 marzo 1994
Stato attualeAttivo
SloganFor a life gone digital

CNET (reso graficamente come c|net, in lettere minuscole) è un sito web che pubblica articoli, blog e podcast su tecnologia ed elettronica di consumo.

StoriaModifica

Originariamente fondato nel 1994 da Halsey Minor e Shelby Bonnie, era il principale marchio della CNET Networks ed è diventato un marchio della CBS Interactive dopo l'acquisizione della CNET nel 2008.[1][2][3][4]

Secondo il ranking di Alexa, al 1º novembre 2013, CNET è il 94º sito più visitato al mondo.[5]

Il gruppo CNET è stato acquisito dalla Red Ventures nel 2020[6].

NoteModifica

  1. ^ CBS Corporation to acquire CNET Networks, Inc., su cbscorporation.com, CBS Corporation, 15 maggio 2008. URL consultato il 15 maggio 2008 (archiviato dall'url originale il 18 maggio 2008).
  2. ^ CBS to buy CNET Networks [collegamento interrotto], su cnet.com, CNET, 15 maggio 2008. URL consultato il 15 maggio 2008.
  3. ^ CBS buying CNet in online push, su dailybriefing.blogs.fortune.cnn.com, CNN, 15 maggio 2008. URL consultato il 15 maggio 2008 (archiviato dall'url originale il 17 maggio 2008).
  4. ^ CBS Corporation completes acquisition of CNET Networks; merges operations into new, espanded CBS Interactive Business Unit, su cbscorporation.com, CBS Corporation, 30 giugno 2008. URL consultato il 25 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 2 novembre 2008).
  5. ^ Cnet.com Alexa Ranking
  6. ^ (EN) ViacomCBS Reaches Deal to Sell CNET for $500 Million to Marketing Firm Red Ventures, su variety.com.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN145624829 · ISNI (EN0000 0000 9827 0711 · LCCN (ENn2004101923 · WorldCat Identities (ENlccn-n2004101923
  Portale Internet: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di internet