Cadzand
villaggio
Cadzand/Kezand
Cadzand – Stemma
Cadzand – Veduta
Localizzazione
Stato  Paesi Bassi
ProvinciaFlag of Zeeland.svg Zelanda
ComuneSluis
Territorio
Coordinate51°22′02″N 3°24′33″E / 51.367222°N 3.409167°E51.367222; 3.409167 (Cadzand)
Abitanti790 (2010)
Altre informazioni
LingueOlandese, dialetto fiammingo occidentale
Cod. postale4506
Prefisso(+31)
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Paesi Bassi
Cadzand
Cadzand
Cadzand – Mappa
Sito istituzionale

Cadzand (in dialetto fiammingo occidentale e in zelandese: Kezand; 800 ab. ca.[1]) è un villaggio della costa sud-occidentale della provincia della Zelanda, nel sud-ovest dei Paesi Bassi, situato nella regione delle Fiandre zelandesi (Zeeuws Flanderen)[2][3], regione al confine con il Belgio; dal punto di vista amministrativo, si tratta di un ex-comune[2], dal 1970 accorpato al comune di Oostburg, comune a sua volta accorpato nel 2003 alla municipalità di Sluis[2]. Dell'agglomerato urbano fa parte anche la popolare stazione balneare sul Mare del Nord di Cadzand-Bad.[2][4]

La Chiesa di Santa Maria, edificio classificato come rijksmonument
La spiaggia di Cadzand-Bad
Il mulino Nooitgedacht, altro rijksmonument di Cadzand

EtimologiaModifica

Il toponimo Cadzand è attestato in questa forma solo a partire dal 1901.[2] In precedenza era attestato come Katzant, Katsandt, Katsand, Cadezant, Cassant, Kadsand, Kadzand, Cadesand (1111-1115), Cadsant (1189), Caedsant (1263), ecc.[2]

Il toponimo è formato dalle parole zand, "sabbia", e kade, che indica un "insieme di corsi d'acqua di piccole dimensioni".[2]

Geografia fisicaModifica

CollocazioneModifica

Cadzand si trova nella parte nord-occidentale[3] della costa delle Fiandre Zelandesi, tra Sluis/Sint Anna ter Muiden e Breskens (rispettivamente a nord delle prime e ad est/sud-est della seconda)[3].

Suddivisione amministrativaModifica

TerritorioModifica

La spiaggia di Cadzand è caratterizzata da lunghe dune.[5]

Nei dintorni di Cadzand si trova la riserva naturale Zwin, che si estende fino a Knokke (Belgio).[5]

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Al censimento del 2010, Cadzand contava una popolazione pari a 790 abitanti.[1]

StoriaModifica

In origine il territorio in cui sorge la località era un'isola di 3.000 ettari di superficie chiamata Kadzand/Cadzand, che era bagnata a nord dal Mare del Nord e ad est dallo Zwarte Kat, e di cui si hanno notizie a partire dall'anno 1.000.[2][6]

L'isola fu abitata a partire dal 1050 circa[7] e sull'isola venne probabilmente eretta una cappella intorno all'anno 1.100[6].

Alla fine del XIV secolo, la parte orientale dell'isola sprofondò a causa di alcune alluvioni.[2]

Nel 1576, il villaggio vero e proprio di Cadzand si era già formato.[2]

Il 25 aprile 1604, la località, chiamata allora Casant, fu conquistata dal principe Maurizio.[8][9]

 
Mappa di Cadzand (1649)

Il 9 giugno 1708 la località fu probabilmente saccheggiata dai Francesi.[8]

Nel 1902 fu creato il porticciolo di Cadzand.[10][11]

Nel corso della seconda guerra mondiale, tra il 12, 21, 24, 28, 29 e il 30 ottobre 1944, le forze aeree canadesi bombardarono le dune di Cadzand, dove erano stati installati dei bunker tedeschi.[12]

CulturaModifica

Il costume tradizionale di CadzandModifica

Particolarmente caratteristico è il costume di Cadzand[13], tanto che nel 2010 è stata fondata un'associazione per la sua salvaguardia[2].

EconomiaModifica

TurismoModifica

Oltre che per le sue spiagge, su cui si ergono hotel austeri[5], Cadzand è frequentata anche da collezionisti in cerca di denti di squalo fossilizzati[5].

Edifici e luoghi d'interesseModifica

Chiesa di Sant'AnnaModifica

Alle origini della chiesa vi è probabilmente la cappella in legno eretta nel 1100 nell'isola di Cadzand.[14]

Mulino van AalbrechtseModifica

Al nr. 14 di Badhuisweg[15] si trova il Mulino van Aalbrechtse, costruito nel 1848[15].

Mulino NooitgedachtModifica

Al nr. 3 di Zuidzanseweg[16], si trova il mulino Nooitgedacht, un mulino a vento eretto originariamente nel 1898[16] e ricostruito nel 1948[16].

Nel 1976 andò a fuoco[10] e fu ricostruito[16].

 
Interni del mulino Nooitgedacht

NoteModifica

  1. ^ a b Gemeente Sluis: Demografische cijfers gemeente Sluis, su kvk.nl. URL consultato il 9 marzo 2021 (archiviato dall'url originale il 5 agosto 2013).
  2. ^ a b c d e f g h i j k Cadzand su Plaatsengids
  3. ^ a b c Harmans, Gerard, M. L. (a cura di), Olanda, Dorling Kindersley, London, 2001-2005 - Mondadori, Milano, 2007, p. 244
  4. ^ Cadzand Dorp - Index
  5. ^ a b c d Harmans, Gerard, M. L., op. cit., p. 255
  6. ^ a b De Geschiedenis van Cadzand su Cadzand-Dorp
  7. ^ Cadzand Geschiedenis: Tot 1400
  8. ^ a b Cadzand Geschiedenis: 1400-1900
  9. ^ Cadzand Geschiedenis: Prins Maurits verovert Casant
  10. ^ a b Cadzand Geschiedenis: 1900-Heden
  11. ^ Cadzand Geschiedenis: Het Haventje
  12. ^ 2010ruiming
  13. ^ Cadzand in: Ôns Boeregoed
  14. ^ De dorpskerk en haar geschiedenis su Cadzand-Dorp
  15. ^ a b Molen van Aalbrechtse (molenromp) te Cadzand Archiviato il 6 marzo 2016 in Internet Archive. su Molen.nl
  16. ^ a b c d Nooitgedacht (Cadzand) su Nederlandse Molendatabase

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN240558520