Apri il menu principale

Camazotz (/kämäsots/) (chiamato anche Cama-Zotz, Sotz, Zotz) nella mitologia maya era un vampiro, più precisamente una divinità dalle sembianze di pipistrello dei Quiche del Guatemala. Il suo culto è nato presso gli Zapotechi, e poi si è diffuso in tutta America. Il suo nome compare ovunque nella mitologia dell'America latina.

IconografiaModifica

Camazotz viene rappresentato come un pipistrello (che in Mesoamerica è associato con la notte, la morte e il sacrificio) con un coltello sacrificale in una mano e la sua vittima dall'altra parte.

EtimologiaModifica

Il nome Camazotz è formato dalla parola K'iche, che significa "morte", e Sotz, che significa "pipistrello".

MitoModifica

La leggenda narra che sia stata la sete di sangue di Camazotz a causare il declino della civiltà Maya. Quanto più il suo culto si diffondeva, tanto più venivano richiesti sacrifici umani e i suoi vampiri si nutrivano della popolazione. Tant'è che infine non rimasero più abbastanza persone per nutrire tutte quelle bestiacce e soddisfare la sete di sangue di quella terrificante divinità. Alcuni lo identificano col pipistrello che uccise Hunahpu per ordine dei signori di Xibalba.

  Portale Conquista spagnola delle Americhe: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Conquista spagnola delle Americhe