Camillo Bonioli

chirurgo italiano
Camillo Bonioli

Camillo Bonioli (Lonigo, 17 gennaio 1729Padova, 13 dicembre 1791) è stato un chirurgo italiano.

Indice

BiografiaModifica

Laureato all'Università di Padova nel 1750, completò la sua formazione a Firenze e a Bologna.

Lavorò quindi per alcuni anni all'ospedale di Vicenza, dapprima come chirurgo aggiunto e poi come primo chirurgo, conquistandosi rapidamente un'ottima reputazione.

Nel 1776 fu nominato professore di chirurgia all'Università di Padova, succedendo sulla cattedra a Girolamo Vandelli.

Abile operatore, dotato di solide e aggiornate conoscenze di anatomia e fisiologia, ebbe ampia fama, con pazienti provenienti da tutto il Veneto e anche dall'estero.

Grande didatta, appassionato di oculistica e di medicina legale (negli anni accademici 1779-80, 1785-86, 1787-88 e 1790-91 trattò anche la chirurgia forense) si adoperò presso i Riformatori dello Studio di Padova per la creazione di cattedre in tali materie e per la riorganizzazione degli insegnamenti di chirurgia.

Pur essendo stato una delle figure eminenti della chirurgia italiana del '700, pubblicò relativamente poco, perché sosteneva che il moltiplicarsi delle pubblicazioni scientifiche danneggiava il progresso della scienza.

Nei suoi lavori scientifici trattò di cancrene, di piaghe , di ferite d'arma da fuoco di oculistica e di irritabilità, partecipando all'acceso dibattito che la teoria fisiologica di Albrecht von Haller aveva scatenato in tutta Europa.

Opere principaliModifica

  • Delle parti insensibili ed irritabili degli animali. Discorso teorico-pratico (in collaborazione con Orazio Maria Pagani, Occhi, Venezia, 1757
  • Dissertazione medico-chirurgica intorno alla malattia d'un braccio e d'una mano dissecati naturalmente in guisa di mummia, Savioni, Venezia, 1767
  • Trattato delle malattie dell'occhio (inedito), Padova, 1785
  • Memoria sopra le cancrene, nella quale si dimostra come sia inutile e dannoso il metodo volgare di cura sì riguardo ai tagli, demolizioni, adustioni ec. come all'uso interno della china, riconosciuta indistintamente come uno specifico in siffatti mali, in Saggi scientifici e letterarj dell'Accademia di Padova, Tomo I, pag. 16-40, Padova, 1786
  • Memoria sopra l'opinione comune, che non possano guarirsi senza pericolo le piaghe vecchie, e che in alcuni edemi delle gambe non debba farsi uso delle fasciature in Saggi scientifici e letterarj dell'Accademia di Padova, Tomo II, pag. 43-72, Padova, 1789
  • Ricerche critiche sopra le ferite d'arme a fuoco in Saggi scientifici e letterarj dell'Accademia di Padova, Tomo IV, P.I, Venezia, Bettinelli, 1794
  • Memoria del Sig. Camillo Bonioli Sopra le Marcie in Saggi scientifici e letterarj dell'Accademia di Padova, Tomo III, P.I, Venezia, Bettinelli, 1794
  • Sui Getti emorroidarj in Memorie della Accademia di Scienze, Lettere ed Arti di Padova, pp. 1–21, Padova, Zanon Bettoni, 1809

Fonti bibliograficheModifica

  • Bertolaso B., Camillo Bonioli (1729-1791) maestro di chirurgia nell'Ateneo padovano, «Castalia» XVIII, pag 73-77, 1962
  • Casini P., Camillo Bonioli, Dizionario Biografico degli Italiani, Roma, XII, pag. 232-233, Istituto della Enciclopedia Italiana, 1970
  • Corradi A.: Della chirurgia in Italia dagli ultimi anni del secolo scorso fino al presente, Tipi Gamberini e Parmeggiani, Bologna, 1871
  • Gamba B.: Galleria dei letterati ed artisti illustri delle province veneziane nel secolo XVIII, Volume I, Tipografia di Alvisopoli, Venezia, 1822
  • Gozzi I., Lafisca S.,: The first chair of forensic medicine of the University of Padua: Camillo Bonioli and Francesco Luigi Fanzago. Acta Med Leg Soc (Liege); 1985, 35(2):21-7
  • De Renzi S., Storia della Medicina in Italia, V, Napoli, 1848
  • De Tipaldo E., Biografia degli Italiani illustri, IV, pag 414- 419, Venezia, 1837.
  • Pazzini A., Storia della Medicina, Società Editrice Libraria, Milano, 1947
  • Rumor S.: Gli scrittori vicentini dei secoli decimottavo e decimonono, Volume I, pag. 208-209, Tipografia Emiliana, Venezia, 1905
  • Wurzbach C., Biographisches Lexicon des Kaisertums Oesterreich, II, pag. 73, Wien, 1857

Voci correlateModifica