Cappella di Santa Maria dei Bulgari

Cappella di Santa Maria dei Bulgari
The Archiginnasio, Bologna, Italy, the wing with the Anatomical theatre.JPG
StatoItalia Italia
RegioneEmilia-Romagna
LocalitàBologna
Coordinate44°29′31.99″N 11°20′37″E / 44.49222°N 11.34361°E44.49222; 11.34361
Religionecattolica
ArchitettoAntonio Morandi
Stile architettonicoAlto Rinascimento
Inizio costruzioneXVI secolo
Sito webwww.archiginnasio.it/bulgari.htm

La cappella dedicata a Santa Maria dei Bulgari è un piccolo edificio religioso presente nel complesso del palazzo dell'Archiginnasio di Bologna.

StoriaModifica

Nel luogo dove ora è sita assieme all'Archiginnasio sappiamo che nel XII secolo sorgevano le case del giurista Bulgaro, uno dei quattro dottori allievo di Irnerio, da cui la cappella prende nome.[1] Questi edifici vennero poi acquistati dal Comune di Bologna, e nel 1178 vi si trasferì il podestà, dove rimase coi suoi uffici fino al 1201 quando fu completato il palazzo del Podestà in piazza Maggiore.[2][3]

La cappella venne eretta assieme all'Archiginnasio nel 1563-1565, voluta dal vicelegato Pier Donato Cesi come luogo di culto per l'Università. È stata gravemente danneggiata dai bombardamenti di Bologna del 29 gennaio 1944.[3]

DescrizioneModifica

La cappella si trova al piano terra, con accesso sul lato est del cortile. Ospita al suo interno un ciclo di affreschi eseguiti tra il 1591 e il 1594 da Bartolomeo Cesi sulle Storie della vita della Vergine ed in gran parte rovinati dopo il bombardamento del 1944. Sull'altare maggiore è presente la pala dell'Annunciazione, realizzata nel 1582 dal pittore fiammingo Denijs Calvaert.[3]

NoteModifica

  1. ^ Bocchi, p.220.
  2. ^ Bocchi, p.218.
  3. ^ a b c Cappella di Santa Maria dei Bulgari, su Palazzo dell'Archiginnasio. URL consultato il 12 gennaio 2022.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica