Apri il menu principale

Carlo Stefano Anastasio Ciceri

cardinale e vescovo cattolico italiano
Carlo Stefano Anastasio Ciceri
cardinale di Santa Romana Chiesa
Carlo Stefano Anastasio Ciceri.jpg
Ritratto del cardinale Ciceri
Coat of arms of Carlo Stefano Anastasio Ciceri.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato26 dicembre 1618 a Como
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Nominato vescovo22 settembre 1659 da papa Alessandro VII
Consacrato vescovo5 ottobre 1659 dal cardinale Benedetto Odescalchi (poi papa)
Creato cardinale2 settembre 1686 da papa Innocenzo XI
Deceduto24 giugno 1694 (75 anni) a Como
 

Carlo Stefano Anastasio Ciceri (Como, 26 dicembre 1618Como, 24 giugno 1694) è stato un cardinale e vescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Nato a Milano il 26 dicembre 1618, Carlo Stefano Anastasio Ciceri era figlio di Vincenzo Ciceri, originario di Como.

Intrapresi gli studi giuridici, si laureò a Bologna in utroque iure, divenendo in seguito vicelegato di diverse città dello Stato Pontificio - tra cui Spoleto e Ferrara - per conto di papa Innocenzo X, sino a giungere al Tribunale della Segnatura Apostolica come Referendario della Sacra Consulta.

Nominato vescovo di Alessandria il 22 settembre 1659, venne trasferito alla sede episcopale di Como il 13 maggio 1680.

Papa Innocenzo XI, con il quale era imparentato, lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 2 settembre 1686 con il titolo di Sant'Agostino. Ottenne dal medesimo pontefice il permesso di ammezzare il proprio stemma con quello pontificio.

Partecipò al conclave del 1689, che elesse papa Alessandro VIII, ed a quello del 1691, che elesse papa Innocenzo XII.

Dopo la morte venne sepolto nella cattedrale di Como.

Genealogia episcopaleModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica