Carola Mangiarotti

schermitrice italiana
Carola Mangiarotti
Nazionalità Italia Italia
Altezza 160 cm
Peso 50 kg
Scherma Fencing pictogram.svg
Specialità Fioretto
Palmarès
Giochi del Mediterraneo 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Carola Francesca Giuseppina Mangiarotti (Milano, 2 maggio 1952) è un'ex schermitrice italiana.

BiografiaModifica

Nata nel 1952 a Milano, è originaria di una famiglia di schermidori: il padre, Edoardo Mangiarotti, morto nel 2012, è l'italiano più medagliato di sempre ai Giochi olimpici, con 13 medaglie (6 ori, 5 argenti e 2 bronzi), conquistate in 5 partecipazioni olimpiche consecutive, da Berlino 1936 a Roma 1960[1]; il nonno Giuseppe Mangiarotti partecipò ai Giochi di Londra 1908[2] e lo zio Dario Mangiarotti prese parte alle Olimpiadi di Londra 1948 e Helsinki 1952, vincendo 1 oro e 2 argenti[3].

Nel 1975 è stata bronzo ai Giochi del Mediterraneo di Algeri, dietro alle francesi Claudette Herbster-Josland e Brigitte Gapais-Dumont.

A 24 anni ha partecipato ai Giochi olimpici di Montréal 1976, sia nel fioretto individuale che in quello a squadre. Nella prima gara è arrivata 23ª con 3 vittorie e 2 sconfitte nel 1º turno, 2 vittorie e 3 sconfitte nel 2º, e 1 vittoria e 4 sconfitte nelle semifinali. Nella seconda, invece, insieme a Batazzi, Collino, Lorenzoni e Pigliapoco, ha preso parte alle vittorie nella fase a gironi contro Gran Bretagna (9-2 con 2 vittorie personali), Iran (13-3 con 3 vittorie personali) e Stati Uniti (14-2 con 3 vittorie personali) e poi alla sconfitta nei quarti di finale contro la Germania Ovest (9-2 con 2 sconfitte personali), con le azzurre terminate al 5º posto.

4 anni dopo ha preso parte di nuovo alle Olimpiadi, quelle di Mosca 1980, soltanto nel fioretto a squadre, insieme a Batazzi, Mochi, Sparaciari e Vaccaroni, scendendo in pedana soltanto nella sconfitta nella fase a gruppi contro l'Unione Sovietica per 9-4 con 1 sconfitta personale e nella finale 5º-6º posto, vinta per 9-6 contro Cuba, con 3 vittorie personali.

PalmarèsModifica

Giochi del MediterraneoModifica

  • 1 medaglia:

NoteModifica

  1. ^ (EN) Edoardo Mangiarotti, su sports-reference.com. URL consultato il 19 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2020).
  2. ^ (EN) Giuseppe Mangiarotti, su sports-reference.com. URL consultato il 19 gennaio 2019.
  3. ^ (EN) Dario Mangiarotti, su sports-reference.com. URL consultato il 19 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2020).

Collegamenti esterniModifica