Caspar René Gregory

teologo e filologo statunitense

Caspar René Gregory (Filadelfia, 6 novembre 1846Neufchâtel-sur-Aisne, 9 aprile 1917) è stato un teologo e filologo statunitense naturalizzato tedesco.

Caspar René Gregory

BiografiaModifica

Carriera accademicaModifica

Conseguito il bachelor's degree all'Università della Pennsylvania nel 1864, si iscrisse alla Facoltà di Teologia in due seminari presbiteriani: nel 1865 al Reformed Presbyterian Theological Seminary di Filadelfia, e dal 1867 al 1873 al Seminario Teologico di Princeton[1], del quale Charles Hodge fu direttore fino al 1878.
Nel 1876 completò il PhD con una dissertazione dal titolo Grégoire: The priest and the revolutionist[2].

Studente di Konstantin von Tischendorf all'Università di Lipsia, ne ereditò la cattedra. Si specializzò nell'esegesi del Nuovo Testamento, gettò le basi del sistema di classificazione dei manoscritti greci del Nuovo Testamento (Die griechischen Handschriften des Neuen Testament, 1908[3]), noto come numerazione di Gregory-Aland e tutt'oggi seguito dagli studiosi. Insieme a Tischendorf, fondò lo studio dei manoscritti neotestamentari[2].
Fu il primo autore a notare la pratica diffusa nel Medioevo di dividere i quaternioni di cartapecora in modo da unire il lato pelo col lato pelo, e il lato pelle col lato pelle[4], di colore più chiaro. L'origine del manoscritto permette di risolvere problemi come la composizione originale di un codice mutilo o la collocazione esatta di carte sciolte[5].
Nel 1907 pubblicò Canon and text of the New Testament, uscito in stampa a Edimburgo[6], e a New York[7], edizione nella quale afferma di aderire al criticismo biblico.

MorteModifica

Allo scoppio della prima guerra mondiale Gregory, che era diventato cittadino della Sassonia già nel 1881, si arruolò come volontario dell'esercito tedesco[8]; divenuto sottotenente nel 1916, morì per le ferite riportate nel 1917, in un ospedale da campo a Neufchâtel-sur-Aisne, in Francia[8]

NoteModifica

  1. ^ (EN) William Rainey Harper, Ernest De Witt Burton, Shailer Mathews, Caspar René Gregory, in The Biblical World, vol. 38, n. 5, University of Chicago Press, 1911, pp. 351-354.
  2. ^ a b (EN) Caspar René Gregory, Grégoire: The priest and the revolutionist, Leipzig, 1º maggio 1876, p. ii, 8 (di 44.
  3. ^ (DE) Die griechischen Handschriften des Neuen Testament, Leipzig, J. C. Hinrichs, 1908, OCLC 1361135. URL consultato il 14 marzo 2019 (archiviato il 14 marzo 2019).
  4. ^ Leila Avrin, Scribes, Script, and Books: The Book Arts from Antiquity to the Renaissance, Chicago; London, American Library Association; The British Library, 1991, p. 213, ISBN 978-0-8389-0522-7. URL consultato il 14 marzo 2019 (archiviato il 14 marzo 2019).
  5. ^ (FR) Caspar René Gregory, Les cahiers des manuscrits grecs, in Comptes rendus des séances de l’année 1885, s. IV, t. XIII, traduzione di Antonio Cartelli, Marco Palma, Parigi, Imprimerie Nationale, 1885, pp. 261-268. URL consultato il 14 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 14 marzo 2019). Ospitato su persee.fr.
  6. ^ (EN) Caspar René Gregory, Canon and text of the New Testament, in The International Theological Library, Edimburgo, T. & T. Clark, 1907, p. 572. URL consultato il 14 marzo 2019 (archiviato il 14 marzo 2019)., citato in New York Times, 1969
  7. ^ (EN) Caspar René Gregory, Canon and text of the New Testament, in The International Theological Library, New-York, Charles Scribern's Sons, 1907, pp. 1-3. URL consultato il 14 marzo 2019 (archiviato il 14 marzo 2019).
  8. ^ a b (DE) Karl Josef Friedrich, Volksfreund Gregory: Amerikaner, Pfadfinder, Urchrist, Deutscher Kämpfer, su archive.org, Gotha, Friedrich Andreas Perthes, 1920, pp. 86, 109–110, 113.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN74647960 · ISNI (EN0000 0001 2139 8247 · BAV 495/7220 · LCCN (ENno00041201 · GND (DE118718746 · BNF (FRcb10525898d (data) · J9U (ENHE987007283559705171 · WorldCat Identities (ENlccn-no00041201