Apri il menu principale

DescrizioneModifica

È un'orchidea di grandezza variabile, epifita, con pseudobulbi leggermente compressi, a forma di clava, sottesi da sottili guaine verdi a trama fine, con una sola foglia oblunga, coriacea, ad apice ottuso.
La fioritura avviene soprattutto in autunno fino all'inizio dell'inverno ed è costituita da una breve infiorescenza avvolta da una doppia guaina coriacea che porta da 2 a 5 fiori. Questi sono veramente spettacolari sia per dimensioni (anche 17 centimetri di grandezza) sia per la bellezza: petali e sepali sono rosa carico spesso sfumato di bianco, il labello è molto appariscente, a forma di tromba di colore rosso porpora e talvolta giallo, con bordi frastagliati[2].

Distribuzione e habitatModifica

La specie è originaria della bassa montagna di Brasile e Venezuela, dove cresce epifita da 600 a 900 metri[2].

SinonimiModifica

Epidendrum labiatum (Lindl.) Rchb.f., 1861, nom. illeg.
Cattleya perrinii Endl. 1845, nom. illeg.
Cattleya lemoniana Lindl., 1846
Cattleya labiata var. candida Lindl., 1850
Cattleya labiata var. picta Lindl., 1850
Cattleya pallida Lindl. & Paxton, 1851
Cattleya rollissonii T.Moore, 1861
Epidendrum labiatum var. lemonianum (Lindl.) Rchb.f., 1862
Epidendrum labiatum var. pallidum (Lindl. & Paxton) Rchb.f., 1862
Epidendrum labiatum var. pictum (Lindl.) Rchb.f., 1862
Cattleya labiata var. crocata Rchb.f., 1882
Cattleya leeana auct., 1883
Cattleya massangeana Rchb.f., 1883
Cattleya regalis auct., 1883
Cattleya nalderiana Rchb.f., 1885
Cattleya peetersii André, 1885
Cattleya bullieri Carrière, 1886
Cattleya labiata var. wilsoniana Rchb.f., 1887
Cattleya labiata var. rochellensis Rchb.f., 1888
Cattleya labiata var. warocqueana (Linden) Rolfe, 1890
Cattleya warocqueana Linden, 1890
Cattleya labiata var. alba Linden & Rodigas, 1892
Cattleya oweniana auct., 1892
Cattleya labiata autumnalis Pynaert, 1893
Cattleya labiata var. petersii Rolfe, 1894
Cattleya labiata var. coerulea Rolfe, 1895
Cattleya labiata f. albo-oculata Cogn., 1897
Cattleya labiata f. purpureostriata Cogn., 1897
Cattleya labiata var. petersii-marmorata Cogn. & A.Gooss., 1898
Cattleya labiata var. beyrodtiana Schltr., 1914
Cattleya labiata var. albo-oculata (Cogn.) L.C.Menezes, 1987
Cattleya labiata var. purpureostriata (Cogn.) L.C.Menezes, 1987
Cattleya labiata var. amesiana L.C.Menezes, 2002
Cattleya labiata var. amoena L.C.Menezes, 2002
Cattleya labiata var. atropurpurea L.C.Menezes, 2002, nom. illeg.
Cattleya labiata var. caerulea L.C.Menezes, 2002, nom. illeg., non coerulea Rolfe.
Cattleya labiata var. concolor L.C.Menezes, 2002
Cattleya labiata var. purpureolineata L.C.Menezes, 2002
Cattleya labiata var. semialba L.C.Menezes, 2002
Cattleya labiata f. alba (Linden & Rodigas) F.Barros & J.A.N.Bat., 2004
Cattleya labiata var. brennandiana L.C.Menezes, 2005
Cattleya labiata f. candida (Lindl.) M.Wolff & O.Gruss, 2007
Cattleya labiata f. coerulea (Rolfe) M.Wolff & O.Gruss, 2007

ColtivazioneModifica

Questa pianta richiede esposizione a mezz'ombra e temperature da calde a fresche[2].

NoteModifica

  1. ^ a b Cattleya labiata, in World Checklist of Orchidaceae, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 15 marzo 2014.
  2. ^ a b c Cattleya labiata, in Internet Orchid Species Photo Encyclopedia. URL consultato il 15 marzo 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica