Apri il menu principale

Ceionia Fabia (ca. 125 d.C.[1] - seconda metà del II secolo d.C.) fu una nobildonna romana, appartenente alla dinastia degli Antonini.

Indice

BiografiaModifica

Ceionia Fabia fu la prima figlia nata dal matrimonio tra Lucio Elio Cesare e Avidia Plauzia; ebbe tre fratelli: Ceionia Plauzia, Lucio Vero - che in seguito diverrà co-imperatore, governando insieme a Marco Aurelio - e Gaio Avidio Ceionio Commodo. I suoi nonni materni erano il senatore Gaio Avidio Nigrino e una donna di nome Plauzia, mentre da parte del padre erano Lucio Ceionio Commodo e una tale Elia, o Fundania, Plauzia.

Nel 136 Adriano, dopo aver annunciato che Elio Cesare sarebbe stato il suo successore, promise Fabia in sposa al giovane Marco Aurelio. Nonostante ciò, dopo la morte di Elio Cesare e quella di Adriano, Antonino Pio, nuovo principe, propose a Marco di annullare il fidanzamento con Ceionia Fabia e di sposare al suo posto la propria figlia, Faustina minore: Marco, erede designato, accettò la proposta.

In seguito, Fabia sposò il nobile Plauzio Quintillo, appartenente ad una famiglia di rango consolare. Durante il regno di Antonino Pio (138-161), Quintillo ottenne la nomina a console ordinario per l'anno 159.

I due ebbero un figlio di nome Marco Peduceo Plauzio Quintillo, che in seguito sposò Annia Aurelia Fadilla, una delle figlie di Marco Aurelio e Faustina minore.

In tutto l'impero sono sopravvissute alcune iscrizioni recenti dediche a Fabia e alla sua famiglia, in cui viene onorata come madre di Marco Peduceo, sorella di Lucio Vero e cognata dell'augusta Lucilla - seconda figlia di Marco Aurelio e Faustina. Un'iscrizione rinvenuta ad Efeso ricorda che Fabia presenziò alle nozze tra Lucio Vero e Lucilla.

Sembra che suo marito fosse deceduto entro il 175: infatti, alla morte di Faustina minore, pare che avesse cercato di convincere Marco Aurelio della necessità di un secondo matrimonio. Tuttavia, egli preferì prendere una concubina, figlia di uno dei procuratori di Faustina.

Albero genealogicoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Albero genealogico degli Imperatori adottivi.

Antinoo, nella sua qualità di amasio e favorito dell'imperatore in carica, viene a trovarsi esattamente al centro di quella che è la prima parte della cronologia riguardante la cosiddetta dinastia dei nerva-antonini o degli imperatori adottivi, che inizia con Nerva nel 96 per concludersi con Commodo nel 192; mentre in linea diretta la discendenza arriva, dopo la dinastia dei Severi, fino a Gordiano III nel 244.

  • (1) = 1° coniuge
  • (2) = 2° coniuge (non mostrato)
  • (3) = 3° coniuge
  • Il colore viola indica l'imperatore romano della dinastia dei nerva-antonini; il rosa scuro indica l'erede imperiale designato, ma che non arrivò mai al trono.
  • Le linee tratteggiate larghe indicano l'adozione; le linee tratteggiate strette indicano relazioni amorose fuori dal matrimonio.
Quinto Marcio Barea Sorano
Quinto Marcio Barea Sura
Antonia Furnilla
Marco Cocceio Nerva (giurista)
Sergia Plautilla
P. Elio Adriano
Tito (imperatore romano)
(r. 79-81)
Marcia Furnilla
Marcia (madre di Traiano)
Marco Ulpio Traiano (padre)
Marco Cocceio Nerva
(r. 96–98)
Ulpia (nonna di Adriano)
Elio Adriano Marullino
Giulia (figlia di Tito)
Ulpia Marciana
Gaio Salonio Matidio Patruino
Traiano
(r. 98–117)
Plotina
Publio Acilio Attiano
Publio Elio Adriano Afro
Domizia Paolina
Lucio Giulio Urso Serviano
Lucio Mindio
(2)
Libone Rupilio Frugi
(3)
Salonina Matidia
Lucio Vibio Sabino
(1)
Antinoo
Publio Elio Traiano Adriano (r. 117–138)
Elia Domizia Paulina
Vibia Matidia
Gaio Svetonio Tranquillo
Vibia Sabina
Marco Annio Vero (console 97)
C. Fusco Salinatore I
Giulia Serviana Paulina
Rupilia Faustina
Boionia Procilla
Gneo Arrio Antonino
L. Cesennio Peto
L. Ceionio Commodo
Appia Severa
C. Fusco Salinatore II
Arria Antonia
Arria Fadilla
Tito Aurelio Fulvo
Lucio Cesennio Antonino
Lucio Commodo
Fundania Plauzia
"Ignota" Plauzia
Gaio Avidio Nigrino
Antonino Pio
(r. 138–161)
Marco Annio Vero (pretore)
Domizia Lucilla
Fundania
Marco Annio Libone
Faustina maggiore
Lucio Elio Cesare
Avidia Plauzia
Cornificia
Marco Aurelio
(r. 161–180)
Faustina minore
Gaio Cassio Avidio
Aurelia Fadilla
Lucio Vero
(r. 161–169)
(1)
Ceionia Fabia
Plauzio Quintillo
Quinto Servilio Pudente
Ceionia Plauzia
Annia Cornificia Faustina minore
Marco Petronio Sura Mamertino
Commodo
(r. 177–192)
Fadilla
Marco Annio Vero Cesare
Tiberio Claudio Pompeiano (2)
Annia Aurelia Galeria Lucilla
Marco Peduceo Plauzio Quintillo
Giunio Licinio Balbo padre
Servilia Ceionia
Petronio Antonino
L. Aurelio Agaclito
(2)
Vibia Sabina Aurelia
Lucio Antistio Burro
(1)
Plauzio Quintillo
Plauzia Servilla
Timesiteo
Antonia Gordiana
Giunio Licinio Balbo figlio
Furia Sabina Tranquillina
Gordiano III
(r. 238-244)

NoteModifica

  1. ^ Giorgio Bejor, Il ritratto di Ceionia Fabia, in Stefano Bruni, Teresa Caruso, Morella Massa (a cura di), Archeologica Pisana. Scritti per Orlanda Pancrazzi, Giardini editori e stampatori in Pisa, p. 10.

BibliografiaModifica

  • A. Garzetti, L'impero da Tiberio agli Antonini, Bologna, Cappelli, 1960
  • A. R. Birley, Marco Aurelio, trad. it., Rusconi, Milano 1990

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica