Cella frigorifera

La cella frigorifero è un locale di conservazione degli alimenti, ove viene mantenuta una temperatura inferiore a quella ambientale.

TipologiaModifica

 
Cella frigorifera

La temperatura mantenuta nelle celle frigorifere non necessariamente è sotto zero, e può variare dai 18 °C per la maturazione delle banane, essere a 5 gradi per i locali dove si producono alimenti che successivamente vengono surgelati ed arrivare fino a -28 °C per alimenti tipo pesce, verdure e gelati.

Si distinguono vari tipi di celle, tra le quali[1]:

  • Cella frigorifera per la conservazione, dove vengono introdotti prodotti già pre-refrigerati e la temperatura è costante ed in genere superiore agli 0°.
  • Cella per prodotti congelati, la cui temperatura è inferiore agli 0° e dove vengono introdotti prodotti già congelati.
  • Cella di prerefrigerazione, dove si raffreddano rapidamente i prodotti da destinare poi alla conservazione nelle celle di cui sopra.
  • Cella frigorifera trasportabile, fabbricata in stabilimenti specializzati in uno o più pezzi.
  • Cella frigorifera ad atmosfera controllata, nella quale la conservazione dei prodotti è affidata oltre che alla bassa temperatura anche, appunto, all'atmosfera controllata presente all'inetrno della cella.

Si definisce invece magazzino frigorifero un complesso di celle frigorifere o una singola cella di dimensioni tali da occupare un intero fabbricato, con i servizi annessi.

NoteModifica

  1. ^ Rolf Seidel e Hugo Noack, Manuale dell'installatore frigorista, Tecniche Nuove, 2004. URL consultato il 17 maggio 2018. Ospitato su Google books.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica