Apri il menu principale

Centrale termoelettrica Edipower di Brindisi

Coordinate: 40°38′32.6″N 17°58′42.12″E / 40.642389°N 17.978367°E40.642389; 17.978367

1leftarrow blue.svgVoce principale: Brindisi.

La centrale Edipower è una centrale a carbone che si trova a Brindisi.

ComposizioneModifica

In una prima fase furono costruiti due gruppi da 320 MW collegati alla rete elettrica a 220 kV. Successivamente l'impianto fu ampliato con ulteriori due gruppi di pari potenza collegati alla rete a 380 kV. Nel 1979 fu decisa la riconversione a carbone conservando la possibilità di bruciare, come combustibile di supporto o in alternativa, anche l'olio combustibile denso. Attualmente la potenza installata è di 1280 MW. La centrale è equipaggiata con:

Attualmente è in esercizio un solo gruppo alimentato a carbone. L'impianto prevede la possibilità di funzionare sia a carbone che a olio combustibile denso, o con mix di entrambi i combustibili. Le petroliere attraccano al molo di Costa Morena dove scaricano l'olio combustibile che, tramite oleodotto, viene stoccato nei serbatoi. Il carbone invece viene scaricato dalle navi e inviato direttamente nei bunker di stoccaggio a ridosso delle caldaie, pronto per essere inviato in caldaia. Il parco di stoccaggio carbone non è utilizzabile perché non esiste l'autorizzazione all'esercizio dello stesso.

ProgettiModifica

  • Le sezioni termoelettriche 1 e 2 saranno trasformate in ciclo combinato utilizzando, per ogni sezione, un turbogas (TG) con potenza di circa 250 MW.
  • Le sezioni 3 e 4 saranno ambientalizzate mediante l'installazione di un impianto di denitrificazione (DeNOx).

In merito, Edipower ha comunicato, tramite avviso al pubblico del 3 marzo 2003, la richiesta di pronuncia di compatibilità ambientale del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio.