Apri il menu principale

Il Centro Internazionale di Sindonologia (Cis), con sede a Torino, in via San Domenico, è un organismo che intende promuovere, coordinare e sviluppare studi, ricerche e iniziative riguardanti la Sindone in Italia e all'estero.

La chiesa del Santo Sudario di Torino, costruita dalla Confraternita del Santo Sudario

Indice

StoriaModifica

Il Centro Internazionale di Sindonologia viene fondato nel 1959 per volontà della Confraternita del Santo Sudario di Torino: il suo statuto venne approvato dal cardinal Maurilio Fossati l'8 dicembre di quell'anno. La sua nascita non è casuale, ma è direttamente collegata al precedente sodalizio denominato Cultores Sanctae Sindonis, fondato nel 1936 sempre sotto l'egida della Confraternita: l'attività dei Cultores, diventata con il tempo assai impegnativa, rese necessaria la creazione del Cis; lo stesso anno 1959 venne dato alle stampe il primo numero della rivista Sindon.

Il Cis si articola in Delegazioni regionali (per quanto concerne l'Italia) e nazionali (per l'estero) ed è uno dei punti principali per quanto riguarda lo studio della Sindone nel mondo.

La BibliotecaModifica

Punto di forza del Cis è la ricchissima biblioteca di tema sindonico. Unica, per via della sua specificità, raccoglie materiale edito dal XVI secolo, da quando la Sindone arrivò a Torino: importante è il testo di Filiberto Pingone del 1578, Sindon Evangelica. Importante è anche il materiale del cosiddetto Fondo Pia, documentazione assai rara relativa al periodo immediatamente successivo alla prima fotografia della Sindone, ad opera dell'avvocato Secondo Pia nel 1898.

BibliografiaModifica

  • Bruno Barberis Massimo Boccaletti, Nel nome della Sindone. La Confraternita del SS. Sudario della fondazione (1598) ad oggi, Effatà editrice, Cantalupa, 2006.

Collegamenti esterniModifica