Apri il menu principale
San Cesidio Giacomantonio da Fossa
San Cesidio Giacomantonio da Fossa.jpg
Cesidio Giacomantonio da Fossa - Roma - Basilica di Sant'Antonio da Padova all'Esquilino - sec. XX
 

sacerdote e martire

 
Nascita30 agosto 1873
Morte4 luglio 1900
Venerato daChiesa cattolica
Beatificazione24 novembre 1946
Canonizzazione1º ottobre 2000
Ricorrenza4 luglio
AttributiEucaristia e fiamme di fuoco

Cesidio da Fossa, al secolo Angelo Giacomantonio (Fossa, 30 agosto 1873Hengyang, 4 luglio 1900), è stato un presbitero italiano, missionario francescano, ucciso in Cina durante la rivolta dei Boxer bruciato vivo avvolto in una coperta in fiamme. Pochi giorni dopo fu ucciso anche il vescovo francescano monsignor Antonino Fantosati. Fu beatificato come martire nel 1946; è stato proclamato santo da papa Giovanni Paolo II il primo ottobre del 2000.

Foto di S. Cesidio prima di partire per la Cina.

Il suo elogio si legge nel Martirologio romano al 4 luglio.

Collegamenti esterniModifica