Chambertin

vino francese

Il chambertin è un vino rosso a denominazione di origine controllata (DOC) e Grand cru della Côte de Nuits subregione della Borgogna, realizzato con Pinot nero come vitigno principale. Si trova nel comune di Gevrey-Chambertin, ed è situato approssimativamente al centro di un gruppo di nove vigneti Grand Cru, tutti aventi "Chambertin" come parte del loro nome.[1] Gli altri otto vigneti, che sono tutti AOC separati, hanno nomi con trattino in cui appare Chambertin insieme a qualcos'altro, come Chapelle-Chambertin. La stessa Chambertin si trova sopra (a ovest della) Route des Grands Crus. Confina con Chambertin-Clos de Bèze a nord, Griotte-Chambertin e Charmes-Chambertin a est (dall'altra parte della strada) e Latricières-Chambertin a sud.[2] L'AOC è stato creato nel 1937.

Chambertin
Dettagli
StatoBandiera della Francia Francia
RegioneBorgogna
Resa (uva/ettaro)35,0/37,0 ettolitri/ettaro
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
11,5%
Riconoscimento
TipoDOC
Vitigni con cui è consentito produrlo
Segno che annuncia l'inizio del vigneto Chambertin.

Dei vigneti circostanti, i vini di Chambertin-Clos de Bèze possono anche essere venduti con il Chambertin AOC. Tuttavia, Chambertin-Clos de Bèze ha un'ottima reputazione da solo, quindi questa eventualità non è ampiamente praticata. Gli altri sette vigneti Grand Cru Chambertin "con trattino" non hanno il diritto di utilizzare lo Chambertin AOC.

Stile del vino

modifica

Come per la maggior parte dei vigneti della Borgogna, sia Chambertin che Clos de Bèze hanno avuto numerosi proprietari, rispettivamente ventitré e diciotto. Sfortunatamente, la qualità varia da produttore a produttore e, sebbene Chambertin sia stato chiamato il "Re dei vini", i produttori di vino meno esperti non sempre producono vini che rispettano pienamente questa reputazione. La qualità dei vini di Clos de Bèze è considerata superiore e più consistente di quelli di Chambertin. I migliori vini di questi due vigneti hanno una gradazione alcolica piuttosto elevata, aromi di frutta concentrati, aromi intensi, ricchi e profumati e capacità di lungo invecchiamento.

Il vigneto Clos de Bèze fu inizialmente bonificato e piantato nel VII secolo dai monaci dell'abbazia di Bèze, che possedeva il terreno.[3][4][5] La leggenda narra che fu solo nel XII secolo che lo stesso Chambertin fu piantato da un Monsieur Bertin, il quale pensava di poter produrre buoni vini anche se coltivasse gli stessi vitigni del suo famoso vicino di casa. Il suo vigneto si chiamava Champ de Bertin ("campo di Bertin") e successivamente abbreviato in Chambertin.

Nel 1702, Claude Jobert acquisì entrambi i vigneti unendo Chambertin e Clos de Bèze.[5][6]

I vini Chambertin erano tra i preferiti di Napoleone Bonaparte e si dice che insistesse per averli disponibili anche durante le sue campagne militari. Secondo Hazlitt, Chambertin era l'unico vino che Napoleone beveva durante il suo regno di imperatore, "e raramente lo beveva puro".[7]

Chambertin è il breve fulcro di una barzelletta presente nel film del 1951 Le memorie di un dongiovanni interpretato da Marilyn Monroe come protagonista secondaria, sebbene non sia presente nella scena in cui viene esplicitamente menzionata la vendemmia. La scena è ambientata in un ristorante di una discoteca dove "l'anziano Casanova" Charley Patterson (Frank Fay) sta ancora una volta tentando di truffare denaro ad una delle tante vedove che corteggia regolarmente. Dopo aver effettuato l'ordine, il cameriere chiede alla coppia se servire dello champagne con la cena, ma Charley dichiara con nonchalance; "Lo champagne è per i contadini". Il cameriere suggerisce quindi Chambertin e aggiunge che Charley ha "un gusto eccellente". L'attempato Charley, ignaro ed estasiato, osserva che lei "ammira un uomo che sa come ordinare."[8]

Produzione

modifica

Nel 2008 erano in produzione 13,22 ettari coltivati a Chambertin AOC, e vennero prodotti 437 ettolitri di vino sotto la denominazione Chambertin,[9] corrispondenti a poco meno di 60.000 bottiglie.

Regolamenti AOC

modifica

Il vitigno principale per il Chambertin è il Pinot nero. Il regolamento AOC consente anche fino al 15% totale di Chardonnay, Pinot bianco e Pinot grigio come uve accessorie, ma queste non vengono praticamente mai utilizzate per nessun vigneto di Borgogna Grand Cru. La resa base consentita è di 35 ettolitri per ettaro, è richiesta una densità di impianto minima di 9.000 viti per ettaro e una gradazione minima dell'uva pari all'11,5% di alcol potenziale.[10]

Produttori

modifica

Tra i produttori di Chambertin, i vini del Domaine Armand Rousseau generalmente hanno i prezzi più alti. Rousseau possiede 2,15 ettari a Chambertin, e un totale di 4,38 ettari in quattro degli altri Grand Cru "Chambertin".[11]

Altri proprietari di vigneti con più di 1 ettaro a Chambertin sono Domaine Jean-Louis Trapet, Domaine Rossignol-Trapet e Camus Père et Fils. Tra 0,5 e 1 ettaro ciascuno hanno Louis Latour, Domaine Jacques Prieur e Domaine Leroy.

Panoramica dei vigneti "Chambertin"

modifica

Insieme, i nove vigneti Grand Cru "Chambertin" di Gevrey-Chambertin formano un'area continua dalla forma approssimativa di un rettangolo di 2,0 km per 500 metri, situato appena a sud della città di Gevrey-Chambertin. In tre dei vigneti, i produttori sono liberi di scegliere tra due denominazioni Grand Cru.

Grand Cru Posizione relativa Può anche essere chiamato Superficie vigneto (2007)[2] Produzione media annua (2003-2007)
Chambertin Ovest (sud-ovest) 15,0 ettari 454 ettolitri
Chambertin-Clos de Bèze Ovest (nord-ovest) Chambertin 14,40 ettari 444 ettolitri
Charmes-Chambertin Est (sud-est) (Mazoyères-Chambertin)[12] 29,57 ettari 1.112 ettolitri
Mazoyères-Chambertin Sud-est Charmes-Chambertin 1,83 ettari 67 ettolitri
Chapelle-Chambertin Nordest 5,49 ettari 159 ettolitri
Griotte-Chambertin est 2,71 ettari 92 ettolitri
Latricières-Chambertin Sud-ovest 7,05 ettari 308 ettolitri
Mazis-Chambertin Nord 9,27 ettari 322 ettolitri
Ruchottes-Chambertin Nord Ovest 3,07 ettari 102 ettolitri

In generale, Chambertin e Chambertin-Clos de Bèze sono visti come una tacca sopra gli altri sette Grand Cru in termini di qualità.[13] Ciò si riflette anche in una piccola differenza nella resa consentita, dove Chambertin e Chambertin-Clos de Bèze sono limitati a una resa base di 35 ettolitri/ettaro, mentre alle altre sette sono consentite 37 ettolitri/ettaro.[10]

  1. ^ K. MacNeil The Wine Bible pg 191-195 Workman Publishing 2001 ISBN 1-56305-434-5
  2. ^ a b BIVB fiche Archiviato il 9 marzo 2012 in Internet Archive., accesso 1 dicembre 2009
  3. ^ H. Johnson Vintage: The Story of Wine pg 132 Simon and Schuster 1989 ISBN 0-671-68702-6
  4. ^ Matt Kramer, ’Making sense of Burgundy’, William Morrow and company 1989, pg 127-130
  5. ^ a b Alexis Lichine, Guide to the wines and vineyards of France, 3rd edition Papermac 1986
  6. ^ H. Johnson Vintage: The Story of Wine pp. 269-270 Simon and Schuster 1989 ISBN 0-671-68702-6
  7. ^ William Hazlitt, Life of Napoleon, vol 3.
  8. ^ Chambertin, Excellent Choice Sir, su SubZin. URL consultato il 21 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2018).
  9. ^ BIVB: Les Appellations d’Origine Contrôlée de Bourgogne, accessed on December 1, 2009
  10. ^ a b AOC regulations, last updated 2009
  11. ^ Domaine Armand Rousseau: Our appellations: Chambertin Archiviato il 24 luglio 2008 in Internet Archive., accesso 1 dicembre 2009
  12. ^ Le due denominazioni Charmes-Chambertin e Mazoyères-Chambertin hanno le stesse zone di produzione e lo stesso disciplinare. Charmes-Chambertin è la denominazione più comunemente usata.
  13. ^ Wine Doctor: Côte de Nuits Part 1 Archiviato il 2 gennaio 2010 in Internet Archive., accesso 1 dicembre 2009
  Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici