Chandrika Kumaratunga

politica cingalese

Chandrika Bandaranaike Kumaratunga (in singalese චන්ද්රිකා බණ්ඩාරනායක කුමාරතුංග; Colombo, 29 giugno 1945) è una politica cingalese.

Chandrika Kumaratunga
චන්ද්‍රිකා කුමාරතුංග
Chandrika Bandaranaike Kumaratunga As The President of Sri Lanka.jpg

Presidente dello Sri Lanka
Durata mandato12 novembre 1994 –
19 novembre 2005
Capo del governoSirimavo Bandaranaike
Ratnasiri Wickremanayake
Ranil Wickremesinghe
Mahinda Rajapaksa
PredecessoreDingiri Banda Wijetunga
SuccessoreMahinda Rajapaksa

Primo ministro dello Sri Lanka
Durata mandato19 agosto 1994 –
12 novembre 1994
PresidenteDingiri Banda Wijetunga
PredecessoreRanil Wickremesinghe
SuccessoreSirimavo Bandaranaike

Ministro capo della Provincia Occidentale
Durata mandato21 maggio 1993 –
20 agosto 1994
PredecessoreSusil Moonesinghe
SuccessoreMorris Rajapaksa

Presidente del Partito della Libertà dello Sri Lanka
Durata mandato19 agosto 1994 –
19 novembre 2005
PredecessoreSirimavo Bandaranaike
SuccessoreMahinda Rajapaksa

Dati generali
Partito politicoPartito della Libertà dello Sri Lanka
UniversitàIstituto di studi politici di Parigi e Institut d'études politiques d'Aix-en-Provence
FirmaFirma di Chandrika Kumaratunga චන්ද්‍රිකා කුමාරතුංග

È stata Presidente dello Sri Lanka dal 12 novembre 1994 al 19 novembre 2005.

BiografiaModifica

Figlia di due ex primi ministri, fu la prima e unica donna Presidente dello Sri Lanka a quella data.[1]

Fu Primo ministro dal 19 agosto 1994 al 12 novembre 1994.

Era figlia dell'ex Primo ministro e ministro Solomon West Ridgeway Dias Bandaranaike che venne assassinato nel 1959, e la cui vedova, Sirimavo Bandaranaike, la madre di Chandrika, divenne a sua volta Primo ministro.

Chandrika Bandaranaike sposò l'attore e politico Vijaya Kumaratunga che venne assassinato nel 1988.

Il 18 dicembre 1999 lei stessa fu vittima di un attentato da parte delle Tigri Tamil durante una manifestazione al municipio di Colombo, in cui perse l'occhio destro.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Profile: Chandrika Kumaratunga, su news.bbc.co.uk. URL consultato il 21-10-2010.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN68067050 · ISNI (EN0000 0000 7860 8041 · LCCN (ENn89269312 · GND (DE119328941 · WorldCat Identities (ENlccn-n89269312
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie